RTI Calabria

Scrivi e cerca

San Giovanni in Fiore: ambiente, partita la lotta alla processionaria, “stiamo aggredendo – dice la vicesindaca Astorino – un fenomeno che si era esteso a dismisura”

Condividi

«Abbiamo avviato i primi interventi di asportazione dei rami infestati dalla processionaria e di cattura delle larve. A partire dal centro urbano, stiamo aggredendo un fenomeno che negli anni si è esteso a dismisura». Ne dà notizia, in una nota, la vicesindaca di San Giovanni in Fiore, Daniela Astorino, che precisa: «Con gli operatori dell’azienda regionale Calabria Verde, che ringrazio, siamo partiti dalle scuole locali e proseguiremo nelle zone più colpite. Con l’arrivo del caldo, poi, saranno piazzate a largo raggio le trappole a feromoni. Con l’amministrazione guidata dalla sindaca Rosaria Succurro, sin da subito – sottolinea Astorino – abbiamo iniziato a combattere la processionaria. Anche insieme alla consigliera comunale Noemi Guzzo, avevamo sollecitato l’intervento degli enti preposti e messo in campo una serie di azioni concrete, i cui risultati sono già visibili. Nel parco comunale, infatti, in cui la scorsa estate sono state piazzate le trappole a feromoni, ora la presenza di nidi di processionaria è alquanto ridotta. Oggi, consapevoli che la strada è ancora lunga, siamo soddisfatti del risultato raggiunto. Ringrazio anche l’assessore regionale alla Forestazione, Gianluca Gallo, per l’impegno profuso e per i finanziamenti dedicati al contrasto della processionaria». «Nostro obiettivo è tutelare il patrimonio forestale. Per questo – conclude la vicesindaca Astorino – andremo avanti utilizzando tutte le risorse disponibili».