RTI Calabria

Scrivi e cerca

Crotone: a caccia di fondali con il campionato di Safari fotografico subacqueo

Condividi

“Catturare” con le immagini la bellezza delle profondità del mare di Crotone e della splendida Area Marina Protetta. È il fascino che riserverà agli atleti in gara la 37° edizione del Campionato Italiano di Safari Fotografico Subacqueo che la città di pitagora si è aggiudicata grazie alla passione e la professionalità della Asd “Pinna Splash”.
Un evento che si terrà dal 13 al 16 settembre e presentato questa mattina nel corso di una conferenza che si è tenuta nella Sala Consiliare. Con il sindaco Ugo Pugliese, l’assessore allo Sport e Turismo Giuseppe Frisenda, erano presenti Gianna Panaja presidente dell’Associazione “Pinna Splash”, Antonio Debilio presidente regionale della Federazione Italiana Pesca Sportiva Attività Subacque e Nuoto Pinnato, il delegato provinciale Fispsas Alberto Foglietti, il delegato provinciale Coni Daniele Paonessa e il responsabile dell’Area Marina Protetta Simone Scalise. Ha coordinato i lavori Adalgisa Panaja, responsabile della comunicazione dell’Associazione.
Ai nastri di partenza cento atleti provenienti da tutta Italia che si immergeranno su tre campi di gara per concorrere al trofeo individuale ed a squadre che verranno assegnati nel corso di una cerimonia che si terrà nella serata del 16 settembre.
La cerimonia dei campionati si svolgerà il 13 settembre e prevede, come ha illustrato l’assessore allo Sport e Turismo Frisenda anche un concerto di benvenuto organizzato dall’amministrazione Comunale che vedrà protagonisti i “Khatmandu,” la band tributo a Rino Gaetano.
Nelle acque di Capocolonna gli atleti potranno dare vita al Safari Fotosub che come è stato spiegato è uno sport al quale si può partecipare sia in apnea che con le bombole in Ara con diverse tipologie di apparecchi fotografici, ed ha come obiettivo principale la realizzazione di immagini di pesci di più specie, rispettando l’ambiente marino ed i principi della fotografia ed ha sia fini estetici che biologici.
Ha, infatti, grande rilevanza per il monitoraggio dei fondali che avviene attraverso l’occhio esperto degli atleti che si immergono durante le gare con un risultato sempre interessante grazie alle splendide fotografie che restano a documentare la bellezza della natura marina.
Grazie al lavoro, alla passione e l’impegno della presidente Gianna Panaja è stato possibile portare a Crotone il prestigioso Campionato Italiano che si svolge sotto l’egida della Fipsas e del Coni.
“Lo sport si conferma attrattore importante per la nostra città. A settembre, grazie a questo prestigioso evento che abbiamo fortemente sostenuto, continua la striscia positiva di presenze nella nostra città ed avremo anche modo di valorizzare, attraverso gli scatti fotografici, la bellezza del nostro mare” ha detto l’assessore allo Sport e Turismo Giuseppe Frisenda.
“Questo sport consente di conoscere la bellezza dei nostri fondali. Successivamente penseremo anche ad una mostra affinché tutti possano possano apprezzarne la bellezza” ha detto il sindaco Pugliese il quale ha anche ricordato il lavoro congiunto compiuto con la Regione ed il Comune di Isola Capo Rizzuto per evitare il commissariamento dell’Area Marina Protetta.