RTI Calabria

Scrivi e cerca

La Calabria piange tre giovani vite spezzate alla vigilia di ferragosto.

Condividi
Dal cordoglio della Lega e del Presidente della Regione Calabria Spirlì al messaggio dell’associazione Basta Vittime sulla S.S.106, e l’invito del Comune di Cassano allo Ionio a non dimenticare i tre ragazzi scomparsi oggi. 

Tutta la Calabria piange le tre giovani vite che oggi sono state spezzate in un incidente stradale alla vigilia di ferragosto.

Una tragedia enorme, che vede i  Sindaci di Cassano allo Ionio e Castrovillari sospendere i festeggiamenti e le manifestazioni previste.

I ragazzi erano di ritorno da un centro commerciale,  dovevano essere giorni di festa, di vacanza.

IL MESSAGGIO DEL COMUNE DI CASSANO ALLO IONIO 
IL SINDACO e L’AMMINISTRAZIONE comunale, certi di interpretare il sentimento di tutta la comunità, visto il tragico evento che nella mattinata ha portato via tre giovani vite lasciando un sentimento di sgomento in tutta la popolazione, ritengono doveroso invitare tutte le attività in segno di rispetto per le vittime e per le famiglie, di astenersi dal diffondere musica o svolgere intrattenimenti che possano rilevarsi contrari al senso di tristezza di tutta la cittadinanza.
La morte di tre giovani per un incidente dipeso da una tragica fatalità avvenuta alla vigilia del Ferragosto lascia tutti senza parole e ci invita a stringersi intorno alle famiglie per manifestare loro la vicinanza e condivisione del dolore.
Auspichiamo che tale invito possa essere raccolto da tutti considerato che sono state strappate alle loro famiglie delle giovani vite che erano parte della nostra comunità. Rimaniamo senza parole di fronte a questi eventi che in un attimo precipitano tutti in un sentimento di dolore e colpiscono la vita di familiari ed amici in modo indelebile.
Riteniamo inoltre importante evidenziare come ancora una volta la strada mieta vittime innocenti al quale le istituzioni e la cittadinanza devono reagire insieme affinché si faccia ogni sforzo per ridurre al minimo il rischio che accadano eventi simili.
Colpiti dalla tragicità dei fatti, ci stringiamo alle famiglie auspicando che la comunità cassanese dimostri la solita consueta sensibilità e vicinanza alle vittime di eventi tragici come quello di stamattina.
IL MESSAGGIO DI BASTA VITTIME SULLA S.S.106 

3 RAGAZZI MORTI E 4 FERITI. IL BILANCIO DELL’ENNESIMO TRAGICO SINISTRO AVVENUTO QUESTA MATTINA SULLA S.S.106. CONTINUA LA STRAGE DI STATO SULLA S.S.106 IN CALABRIA MENTRE IL GOVERNO PENSA AL PONTE SULLO STRETTO!

L’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” con immenso dolore ed altrettanta tristezza comunica l’ennesimo tragico incidente stradale avvenuto questa mattina lungo la statale 106 jonica, nel comune di Cassano All’Ionio, in provincia di Cosenza. Due le vetture coinvolte nell’ambito di un sinistro stradale di cui si cerca di ricostruire la dinamica.

Tre le giovani vittime che si uniscono ad Altea Morelli, Raffale Misuraca, Anna Maria Concetta Cutuli, Kawsu Ceesay, Maria Mammone e Valentino Pò. 9 in tutto le vittime sulla “strada della morte” in Calabria dal primo gennaio 2021.

L’O.D.V. intende ribadire e sottolineare che tutto ciò rappresenta la più grande Strage di Stato della storia della Repubblica italiana ed intende evidenziare, inoltre, che quanto accade purtroppo da sempre sulla S.S.106 ha delle chiare ed evidenti responsabilità politica: il silenzio e l’indifferenza del Governo nazionale e regionale, della classe parlamentare calabrese a Roma, delle amministrazioni locali e provinciali, delle forze sindacali. Tutti, nessuno escluso, coloro i quali rivestono ruoli istituzionali, sono moralmente responsabili dell’olocausto sulla S.S.106.

Non è più possibile che ancora oggi nel 2021, nell’indifferenza della classe politica calabrese tutta (senza alcuna distinzione!), possa esistere una pseudo-strada che miete vittime e feriti con una frequenza precisa, puntuale e disastrosa. Così come non è più tollerabile che la Calabria sia offesa da ogni Governo (compreso quello attuale), che puntualmente promette l’ammodernamento della S.S.106 determinando investimenti salvo poi – nei fatti – tradire ogni impegno assunto nel silenzio della Politica.

Il Direttivo dell’O.d.V. “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” non accetta che si possa pensare alla realizzazione del Ponte sullo Stretto, per un investimento di oltre 10 miliardi di euro destinati alla criminalità organizzata, mentre 415 chilometri di costa jonica calabrese hanno una strada inadatta a gestire gli attuali volumi di traffico che semina morte e disperazione da circa un secolo nell’assoluta indifferenza di uno Stato indegno e colluso.

L’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, infine, si stringe attorno alle Famiglie delle vittime, ai parenti ed agli amici tutti, a cui esprimiamo sentimenti di vicinanza e cordoglio. Noi non dimenticheremo queste giovani vite spezzate sull’asfalto della “strada più pericolosa d’Italia”. Noi non resteremo indifferenti ed in silenzio davanti all’ennesima tragedia di una strada sempre più serial killer in Calabria ed in Italia. La “strada della morte”, non ci stancheremo mai di ripeterlo, rappresenta la più grande Strage di Stato della storia della Repubblica italiana.

Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 14 agosto 2021

 IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE FF DELLA REGIONE CALABRIA SPIRLÌ 

«Esprimo grande dolore per la morte dei tre ragazzi coinvolti nell’incidente di questa mattina sulla statale 106. Sono notizie che lasciano sgomenti. Anche a nome della Giunta regionale, porgo le più sentite condoglianze alle famiglie e all’intera comunità sibarita. Rivolgo una preghiera a tutte le altre persone rimaste ferite, affinché possano riprendersi al più presto».

È quanto afferma il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì.

IL CORDOGLIO DELLA LEGA  

Lega, cordoglio e vicinanza alle famiglie che hanno perso tre giovani sulla SS106

Ancora delle morti di giovanissimi sulla strada SS 106 denominata la “strada della morte”. La Lega esprime cordoglio e vicinanza alle famiglie che hanno perso i tre giovani e non può che stringersi accanto ai genitori ed a tutte le persone care che hanno subito questo pesante e profondo dolore. Ripetutamente, Matteo Salvini, ha chiesto che nel progetto delle infrastrutture del PNNR venga inserita tale opera che appare veramente fondamentale sia per i collegamenti della Calabria, ma maggiormente per evitare la perdita di tantissime vite. È un’opera che deve ritenersi prioritaria non potendo continuare a mietere ed a uccidere tante persone e tanti giovani. Per come riferito dal Segretario Federale la SS 106 dovrà essere un intervento immediato utilizzando il sistema Genova e nessuno potrà ancora prendere in giro i calabresi che stanno pagando un prezzo immane per l’incuria di tanti governi che non sono riusciti a risolvere e sistemare questa struttura che rappresenta una delle maggiori cause di morte di tanti giovani in tutta Italia.

 

Il Commissario regionale Lega

Giacomo Francesco Saccomanno

IL MESSAGGIO DEL COMUNE DI CASTROVILLARI 

“CASTROVILLARI/FESTEGGIAMENTI CIVILI ALLA MADONNA DELLA PIETA’ .
#ANNULLATI GLI APPUNTAMENTI DEL 14 SERA PER IL TRAGICO INCIDENTE AVVENUTO OGGI VICINO CASSANO ALLO JONIO.
IL ⚫CORDOGLIO⚫ ALLE FAMIGLIE DELLE GIOVANI VITTIME DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE E DELL’ASSOCIAZIONE SORGENTE DELLA PIETA’ OLTRE PIENA VICINANZA PER L’INDICIBILE MANCANZA”

⚫ L’Amministrazione comunale di Castrovillari con l’Associazione Sorgente della Pietà hanno deciso, congiuntamente, di sospendere la manifestazione civile in programma questa sera per la ricorrenza religiosa della Madonna della Pietà in seguito al tragico incidente che è capitato questa mattina sulla 106 jonica nei pressi di Cassano Jonio e che ha provocato la morte di tre giovanissimi, una castrovillarese, oltre ad alcuni feriti.

⚫ Tale scelta, necessaria, è stata accompagnata dal cordoglio dell’Amministrazione e dell’Associazione alle famiglie delle vittime.
Profondamente turbato il Sindaco, Domenico Lo Polito, ha tratteggiato questo amaro lutto che segna la comunità e che priva di parole ma non di emozioni forti e di sconforto.

L’ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Tags:

Potrebbe interessarti anche

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *