Blog

REGIONE CALABRIA: NUOVO ANNO SCOLASTICO, SAVAGLIO: «RITORNO IN SICUREZZA»
 
L’assessore ha incontrato rappresentanti di Usr, Upi e Anci 

«Si lavora per assicurare il ritorno a scuola in presenza e in sicurezza, almeno per quanto
riguarda le responsabilità regionali. Il ministro Bianchi ha chiesto esplicitamente a tutti gli
assessori regionali all’Istruzione di fare squadra con le altre istituzioni del territorio, per fornire
indicazioni specifiche su bisogni, criticità e parametri di sicurezza».
È quanto dichiara l’assessore regionale all’Istruzione, Sandra Savaglio, al termine dell’incontro,
avvenuto stamattina nella Cittadella “Santelli” a Catanzaro, dedicato all’avvio del nuovo anno
scolastico.
Presenti il dirigente dell’Ufficio scolastico calabrese, Vito Primerano, i presidenti regionali di
Unione delle province (Sergio Abramo), Anci (Marcello Manna), e i dirigenti regionali
all’Istruzione e ai Trasporti (Anna Perani e Francesco Tarsia).
I temi principali del confronto hanno riguardato lo stato dell’arte delle vaccinazione del
personale scolastico, la ricognizione delle spazi e i l’organizzazione dei trasporti.
«SERVE COLLABORAZIONE»
«Alla luce del lavoro svolto lo scorso anno, tuttora in atto con i tavoli tecnici, la strada da
percorrere è meno tortuosa. Certo – specifica l’assessore Savaglio –, non possiamo prevedere lo
sviluppo o meno dei contagi e, di conseguenza, le restrizioni che la nostra regione eventualmente
subirà. Possiamo però collaborare con tutti i soggetti interessati affinché le problematiche di tipo
tecnico e pratico siano risolte a monte».

LE VACCINAZIONI

Nel corso dell’incontro, è emerso che, secondo i dati della Protezione civile regionale, i docenti e
il personale Ata che hanno ricevuto già la seconda dose di vaccino, sono 29mila, mentre 2mila
hanno effettuato la prima dose. Il presidente dell’Usr Primerano si è impegnato a collaborare con
la Prociv per un confronto incrociato dei dati disponibili, nel rispetto della privacy e dei
protocolli.
«Questo permetterà – riporta l’assessorato – di restituire al ministero un quadro quanto più
veritiero possibile circa la percentuale dei vaccinati tra il personale della scuola».

IL DISTANZIAMENTO

In riferimento alla ricognizione degli spazi utili per assicurare distanziamento e sicurezza per la
frequenza scolastica, il presidente dell’Anci Manna si è impegnato a raccogliere le istanze dei
sindaci sottolineando come «i lavori avviati in molti edifici scolastici per l’adeguamento sismico
renderanno necessaria la locazione di spazi da adibire ad aule temporanee».
«Per questa esigenza – sottolinea l’assessorato –, si spera nella riconferma delle risorse previste
già lo scorso anno; risorse che risolverebbero il problema per le tante scuole impegnate dai
cantieri, la cui chiusura non è prevista prima di dicembre 2021».
Il presidente dell’Upi Abramo ha auspicato una copertura aggiuntiva ministeriale «per gestire
anche eventuali secondi turni nelle scuole secondarie di secondo grado».

I TRASPORTI

Positivo il quadro generale sui trasporti pubblici dove, in linea con le indicazione nazionali, si
applicherà la regola dell’80% della capienza massima (questo parametro vale in condizioni di
“zona bianca”).
«Si potranno riproporre i servizi aggiuntivi già previsti per lo scorso anno scolastico», ha
spiegato Tarsia durante l’incontro.