RTI Calabria

Scrivi e cerca

Crotone: Quarta categoria: il calcio è di tutti

Condividi

All’iniziativa erano presenti l’assessore allo Sport Giuseppe Frisenda, il direttore generale dell’F.C. Crotone Raffaele Vrenna, Valentina Battistini,c oordinatrice del progetto e presidente ASD “Calcio 21”, Danilo Oppedisano, responsabile Tecnico di Integra Sport, squadra adottata dall’FC Crotone, Pino Talarico, delegato Provinciale LND e Daniele Paonessa delegato provinciale CONI
Il progetto “Quarta Categoria”, è il primo torneo nella storia del calcio italiano aperto alle disabilità.
Si tratta di un torneo di calcio a 7 rivolto ad atleti con disabilità intellettivo – relazionali.
Si svolge a gironi regionali quali: Lombardia e Emilia Romagna (partite l’anno scorso), Lazio,Toscana e Liguria e Calabria (che aderiranno nella stagione 2017/2018).
Nell’arco di 5 anni si spera di coinvolgere tutte le regioni.
I tesseramenti vengono gestiti dal Csi e dalla Figc, attraverso un apposito protocollo di intesa presentato presso il Senato della Repubblica Italiana lo scorso 18 gennaio alla presenza di tutte le autorità calcistiche ed istituzionali. La Lega Nazionale Dilettanti inserisce gli iscritti in albi speciali, lasciando la parte assicurativa al centro sportivo italiano.
Il torneo inizierà il 21 ottobre e terminerà indicativamente verso fine maggio.
Le gare verranno disputate su campi a 7 omologati dalla Lega Nazionale Dilettanti e verranno arbitrate da direttori di gara AIA.
Le partite hanno una durata di 15 minuti per tempo e si svolgono su un unico campo per regione al fine di facilitare l’inclusione e l’aggregazione.
Le squadre special sono state adottate da Club di Serie A, B e Pro, i quali hanno fornito loro il kit da gioco e le tute di allenamento.
L’adozione prevede inoltre una serie di attività da concordare durante l’anno quali: l’ingresso in campo con i giocatori, andare allo Stadio per seguire il Club adottante. incontrare il club.Ad oggi hanno aderito le seguenti Leghe e squadre aderenti: per la Lega Serie A Crotone, Juventus, Napoli, Chievo, Torino, Milan, Inter, Sassuolo, Cagliari, Udinese, Fiorentina, Lazio, Genoa, Bologna e Atalanta; per la serie B: Parma, Venezia, Cremonese e Novara; per la Lega Pro Siena, Livorno, Feralpi, Reggiana, Forli’, Sant’arcangelo, Piacenza, Modena, Prato, Pontedera, Carrarese.