RTI Calabria

Scrivi e cerca

Crotone, emergenza Ucraina: avviso pubblico per “Accoglienza Solidale”

Condividi

E’ stato pubblicato sul sito del Comune di Crotone l’avviso pubblico “Accoglienza Solidale” per l’acquisizione di disponibilità gratuita all’accoglienza temporanea e all’attivazione di servizi in favore di persone e nuclei familiari provenienti dall’Ucraina

Lo comunica l’assessore alle Politiche Sociali Filly Pollinzi.

In particolare l’Ambito Sociale Territoriale di Crotone, comprendente i Comuni di Belvedere Spinello, Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Rocca di Neto, San Mauro Marchesato e Scandale e Crotone quale comune capofila, intende procedere ad una ricognizione della disponibilità di famiglie, di singoli cittadini e di enti/strutture ricettive, all’accoglienza solidale, temporanea e gratuita in favore del popolo ucraino, in fuga dal conflitto in corso.

L’avviso è rivolto a tutti i cittadini dei Comuni appartenenti all’ambito di Crotone che si trovino nella disponibilità di accogliere singoli cittadini, famiglie, minori accompagnati o che intendano mettere a disposizione alloggi liberi per destinarli all’accoglienza temporanea e gratuita di nuclei familiari in fuga dal territorio ucraino in guerra (a titolo esemplificativo ma non esaustivo immobili liberi quali: stanze, appartamenti, case indipendenti, etc);

b) strutture ricettive presenti sul territorio dell’ambito di Crotone che vogliano rendere disponibili parte delle proprie strutture per l’accoglienza di singoli cittadini/nuclei familiari in fuga dal territorio ucraino in guerra (a titolo esemplificativo ma non esaustivo strutture ricettive quali: alberghi, pensioni, bed and breakfast, agriturismi, convitti, dormitori);

c) enti del terzo settore che abbiano, a vario titolo, nella loro disponibilità, immobili da concedere per l’accoglienza di singoli cittadini/nuclei familiari in fuga dal territorio ucraino in guerra.

L’istanza di adesione per la disponibilità a prestare servizi di accoglienza dovrà essere manifestata con apposito modulo allegato all’avviso

I moduli compilati dovranno essere trasmessi al Comune del luogo di ubicazione dell’abitazione e/o struttura ricettiva che si intende mettere a disposizione