RTI Calabria

Scrivi e cerca

Crotone, Comitato H2KR: 60 milioni di euro per treni ad idrogeno in Calabria

Condividi
“In qualità di presidente del Comitato H2KR, sento il dovere di evidenziare, a tutta la stampa locale calabrese, questa grande opportunità per il trasporto pubblico e per la crescita della nostra regione. – dichiara Otello Chimenti – “pochi giorni fa, il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ha firmato due decretiche prevedono il rinnovamento del parco treni, sia regionali che intercity, nel Sud Italia e lo sviluppo della filiera per la produzione di autobus non inquinanti nel nostro paese.

Verranno assegnati a Trenitalia SpA ben 200 milioni di Euro per l’acquisto di nuovi treni a idrogeno (o elettrici) in modo da diminuire drasticamente le emissioni di CO2, riducendo così l’impatto sull’ambiente.

Di questi 200 milioni di euro, 60 milioni sono destinati per l’acquisto di sette treni bimodali per i collegamenti intercity Reggio Calabria-Taranto (entro il 31 dicembre 2024). Gli altri 140 milioni sono destinati per la Sicilia.

Secondo il Ministro Giovannini: “Il miglioramento dei servizi ferroviari nelle regioni del Sud è un tassello fondamentale dell’impegno del Ministero per il rilancio del Mezzogiorno, per incentivare le persone a fare un uso minore dell’auto privata e utilizzare il treno negli spostamenti di media e lunga percorrenza, contribuendo alla transizione ecologica. Il nostro impegno non è rivolto soltanto all’alta velocità ferroviaria. I nuovi treni di ultima generazione, a emissioni zero, impiegati nelle tratte a media e lunga percorrenza miglioreranno la qualità anche dei servizi intercity, che hanno un costo del biglietto più contenuto e sono utilizzati per gli spostamenti quotidiani da studenti e lavoratori”.

Il Comitato H2KR condivide in pieno il pensiero del Ministro Giovannini e sottolinea l’importanza di avviare, in Regione, la progettazione di quella che noi abbiamo già più volte chiamato Hydrogen Valley dello Ionio. Attorno a questo investimento su i treni ad idrogeno, va sviluppata, adesso, tutta la filiera locale dell’idrogeno. Va creata la rete tra imprese, ricerca e istituzioni, per essere attori della tta sizione ecologica e crescere in questa ottica di rispetto dell’ambiente.

Crotone, baricentrica nella tratta interessata dall’investimento, ha le caratteristiche per candidarsi ad eseere il cuore logistico, industriale e culturale, della Hydrogen Valley dello Ionio. L’istituzione di un polo di ricerca e di incubatore di start-up promossi da accordi tra le istituzioni locali e gli stakeholder imprenditoriali del settore, come già accaduto il altre regioni, rappresenterebbe la pietra angolare della prima Hydrogen Vallei della Calabria e le fondamenta su cui costruire un risveglio culturale di tutta la fascia ionica calabrese.

Chimenti conclude – “Il Comitato H2KR chiede alle istituzioni regionali, al Presidente Occhiuto e all’Assessore Orsomarso, in particolare, di attivarsi al più presto, rendendosi disponibile a condividere il proprio know how e la rete di contatti costruita negli ultimi anni, al fine di accelerare qursto percorso e non correre il rischio di perdere i finanziamenti staziati o ritrovarsi con le ennesime cattedrali nel deserto.”

Chimenti Otello – Presidente del Comitato H2KR