RTI Calabria

Scrivi e cerca

Condividi

È stato conferito ieri a Roma al Sindaco di Cassano Giovanni Papasso il Premio internazionale del Mediterraneo anteprima “Progetto Sibari” conferitogli dal CIAC – Centro internazionale artisti contemporanei. «Per il conferimento di questo riconoscimento alla Cultura della Presidenza del consiglio dei ministri – ha esordito Papasso – ringrazio tutta l’organizzazione e, in particolare, la presidente della giuria premio dottoressa Daniela Venuto e lo scrittore Giuseppe Chiovaro, presidente del CIAC».

Questa la motivazione in base alla quale la giuria ha deciso di conferirgli il premio: “Per il Suo onorevole operato e lodevole impegno, che hanno degnamente onorato l’indimenticabile ed amata Calabria, valorizzandone l’inestimabile patrimonio culturale e storico, che fanno parte inscindibile della nostra civiltà occidentale ed esaltando la bellezza e il fascino di quelle che sono state le nostre origini, della civiltà delle coste ioniche a quelle della Calabria tutta, dall’Italia meridionale all’Italia intera con l’augurio che la Sibari di oggi possa diventare presto luogo di affascinanti scoperte archeologiche e turistiche, rivalutando cosi questo antico, fiorente e potente centro di attività commerciale e culturale”.

Prima del conferimento del riconoscimento, il sindaco Papasso, ha inaugurato la mostra collegata all’anteprima del premio

Il progetto mira a riscoprire una delle più ricche ed affascinanti città dell’antica Magna Grecia, quale era stata Sibari; ricostruire le sue vicende che si sviluppano, da sempre, tra mito, fantasia e storia; approfondire la sua dimensione storico-artistica; rivivere la bellezza e la magia di quelle che sono state le nostre origini, dalla civiltà delle coste ioniche a quella della Calabria, dall’Italia meridionale all’Italia tutta; sensibilizzare le varie Istituzioni, sia nazionali che internazionali (soprattutto l’Unione Europea), alla rivalutazione di questo antico, fiorente e potente centro di attività commerciali e culturali. «Lavoriamo in sinergia su più fronti – ha concluso Papasso – per rilanciare insieme la gloriosa storia dell’antica Sybaris».