RTI Calabria

Scrivi e cerca

La dichiarazione del Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro Giovambattista De Sarro in merito all’integrazione delle Aziende “Pugliese-Ciaccio” e “Mater Domini”

Condividi

Non si comprende, nel merito, la volontà di alimentare polemiche strumentali in un momento storico che richiederebbe, invece, maggiore volontà di condivisione e coesione.

Così come non si comprende l’avventurarsi in interpretazioni autentiche del pensiero altrui.

Per questo conviene ripetere, perché giova, che non ha alcuna motivazione il voler proseguire sulla strada del continuo dualismo e contrasto Ospedale-Università.

Ho chiarito nettamente, all’indomani dell’approvazione della legge regionale che unifica l’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Mater Domini”, come sia necessario unire sinergicamente tutte le forze per dare risposte concrete al grande bisogno di salute dei calabresi.

Questo obiettivo deve essere raggiunto in uno sforzo corale di collaborazione: collaborazione che prosegue ed è proficua con tante professionalità dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”, presenti e passate, e che, in prospettiva futura, deve guardare ed essere estesa, come buon auspicio, a tutte le unità operative, per mettere a sistema le grandi competenze che vi operano e le due grandi tradizioni e vocazioni che si incontrano per dare un servizio di qualità alla comunità.

Ne è prova, in questi giorni, il fatto che medici delle Aziende “Pugliese-Ciaccio” e “Mater Domini” stiano già lavorando insieme nella task force regionale per la gestione dell’emergenza”.

Il Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro

Prof. Giovbambattista De Sarro