RTI Calabria

Scrivi e cerca

Crotone, PNRR: presentata proposta per la realizzazione di un centro di aggregazione giovanile da istituire presso un bene confiscato alle mafie

Condividi

L’amministrazione si dimostra pronta, grazie al lavoro di programmazione e la costituzione di una specifica unità, a candidarsi ai bandi che si stanno susseguendo relativi al PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).

Un percorso coordinato dall’assessore delegato Luca Bossi in sinergia con i colleghi di Giunta.

E’ il caso della proposta per la realizzazione di un centro di aggregazione per ragazzi ed adolescenti da istituire presso un bene confiscato alle mafie ubicato in viale Magna Grecia che viene presentata in collaborazione con l’assessorato alle Politiche Sociali.

A seguito dell’avviso pubblico Missione 5 – Inclusione e Coesione – l’amministrazione propone il progetto “Kroton Skills”.

La proposta ha lo scopo di recuperare, ri-funzionalizzare e valorizzare un bene confiscato alla criminalità organizzata per la sua restituzione alla collettività per funzioni sociali.

Un ringraziamento va alla squadra del PNRR che senza sosta sta lavorando per non perdere nessuna delle opportunità offerte” dichiara l’assessore Luca Bossi

È un’idea di cui siamo particolarmente orgogliosi e per la possibilità che il bene confiscato sia restituito alla collettività e per la funzione specifica che abbiamo voluto attribuirgli. Dare attenzione agli adolescenti dell’ambito territoriale sociale risponde all’esigenza di attivare una politica di interventi rivolta a una fascia d’età che ha particolarmente sofferto in questi ultimi due anni. Peraltro, il Centro Servizi di aggregazione per ragazzi e ragazze adolescenti potrà diventare anche un luogo sicuro ove fornire un’adeguata risposta educativa anche a quei minori autori di reato secondo una logica ‘riparatrice del danno’ che possa offrire loro un’opportunità concreta di riscatto sociale.

La visione politica del progetto vuole essere la traduzione concreta dei bisogni emersi dal territorio ai quali dare gambe in collaborazione con gli Enti del Terzo Settore nel momento in cui la proposta otterrà l’approvazione” dichiara l’assessore Filly Pollinzi