RTI Calabria

Scrivi e cerca

Crotone: Interpello al Sindaco su Congesi a seguito di seduta II Commissione

Condividi

Nella giornata di ieri la II Commissione Consiliare presieduta da Domenico Ceraudo, ha cercato di fare chiarezza su passaggi di livello, promozioni e adeguamenti di inquadramenti che a quanto risulta dalla lettura delle denunzie dei sindacati, sarebbero state precipitosamente poste in essere in vista della costituzione dell’autorità unica Arracal nella quale Congesi dovrebbe confluire.

È stato cosi convocato il Presidente di Congesi Dott.Claudio Liotti e i componenti del Consiglio di Amministrazione di Congesi, Maria Riccio e Antonio Zizza, che però non hanno inteso comparire alla seduta di Commissione. 

Alla Commissione perveniva una laconica giustificazione dei “componenti del consiglio di Amministrazione” che lamentando impegni improrogabili riservavano un invio di una relazione scritta.

Il Vice Presidente Enrico Pedace a questo punto ha stigmatizzato una mancata comparizione che appare essere un grave sgarbo istituzionale ed ha lamentato la difficoltà di esercitare le funzioni che sono demandate alla Commissione stante la mancata collaborazione dei soggetti preposti. 

La Commissione dopo ampia discussione dalla quale è emerso come il Presidente Liotti già in passato convocato abbia spesso fornito solo generiche rassicurazioni in ordine al da farsi, né tantomeno a fronte delle gravi accuse mosse dai sindacati abbia ritenuto di dover chiarire cosa stia accadendo in Congesi, circostanza questa tanto più grave ove si consideri che l’enormità del debito di Congesti di cui è responsabile nella misura del 48% il Comune di Crotone.

Pertanto la quasi totalità dei consiglieri comunali presenti in Commissione, su proposta del Consigliere Meo, hanno inoltrato un’interrogazione al Sindaco che sarà oggetto di discussione nel prossimo Consiglio Comunale i cui toni appaiono particolarmente “pesanti”.

Tra l’altro nell’interrogazione, a titolo di esempio di quanto possano essere stati in passato inconcludenti le interlocuzioni avute con il Presidente di Congesi, si lamenta, come una grave perdita d’acqua in Via Mastracchi, che oramai da tantissimi anni disperde quantità enormi di acqua potabilizzata nei cortili di un malcapitato condominio del quartiere “300 Alloggi”, si astata ripetute volte segnalata all’attenzione del Prescindete Liotti il quale ogni volta ha rassicurato in ordine a quello che sarebbe stato un intervento risolutore da parte dell’azienda, senza che in realtà nulla avvenisse di concreto ed in effetti la cascata d’acqua di Via Mastracchi non ha mai cessato di scorrere, tranne un breve periodo quando a seguito di ripetute denunce dei residenti all’indomani dell’ elezione del Sindaco Voce si è proceduto ad una riparazione che ha retto giusto qualche settimana, (vedi video link: https://youtu.be/JLHoOMO_wcE ).

Ci domandiamo se no sia il caso farla divenire un’attrazione turistica visitabile (ci si potrebbero recare in mancanza d’altro le scolaresche).