RTI Calabria

Scrivi e cerca

Crotone: Bilancio di fine anno

Condividi

Se da un lato è stato un anno intenso di semina per poter raccogliere i frutti già dal 2022 attraverso la programmazione messa in campo, dall’altro è stato un anno di attività amministrativa dove i risultati sono già arrivati in settori importanti sia della macchina amministrativa che della città nel suo complesso.

Mi pongo nei panni di un cittadino crotonese che può andare in viale Magna Grecia e non trovare più i vetusti cassoni ma i nuovi cassonetti per la differenziata, che può accedere alla villa comunale, che può vedersi una partita al Palakro. Bene lo scorso anno tutto questo non poteva farlo. E lo ha consentito la mia amministrazione” ha detto il sindaco in apertura del tradizionale incontro di fine anno con la stampa che si è tenuto nella Sala Consiliare

Con il sindaco, la vice Parise, gli assessori Via, Pollinzi, Cortese, Bossi, Sorgiovanni, Filiberto, Scandale e il presidente del Consiglio Giovanni Greco.

Abbiamo rimesso mano alla macchina amministrativa. Dopo trent’anni, un tempo immemorabile, sono stati assunti vigili urbani, tecnici, amministrativi, operai. Sono stati assunti dirigenti, uno per l’unità speciale Antica Kroton, cinquantaquattro assunzioni in totale. E l’anno prossimo faremo concorsi per l’assunzione di decine di professionalità importanti per il funzionamento dell’Ente, tra cui quello per il personale della Polizia Locale” ha aggiunto il sindaco

Il 2021 si è caratterizzato come un anno di innovazione relativamente alla gestione del verde pubblico a partire dall’adozione del nuovo Regolamento per la gestione delle aree verdi e l’internalizzazione del servizio ma anche l’adozione di aree verdi, interventi di ripristino del decoro urbano, la piantumazione di nuovi alberi.

Per quanto attiene le politiche sociali oltre all’assunzione di nove assistenti sociali, si è dato corso ai PUC per 162 percettori di reddito di cittadinanza, garantito il trasporto agli alunni con diversa abilità, sostenuto le famiglie in difficoltà attraverso la distribuzione di derrate alimentari e generi di prima necessità, dato corso alla distribuzione di migliaia di buoni spesa per l’emergenza Covid, voucher per assistenza domiciliare e frequenza di centri diurni.

Sono state presentate le schede progettuali per Antica Kroton, che potrà aprire i suoi cantieri per il prossimo anno. Ma in generale nel settore culturale sono state decine le occasioni di rilancio dell’identità crotonese anche attraverso la sinergia con il mondo culturale ed associativo cittadino.

Si è gestita una situazione sanitaria emergenziale senza precedenti non tralasciando l’attenzione per le fasce più deboli come, ad esempio, coloro che sono colpiti dallo spettro dell’autismo. L’amministrazione non ha lasciato nessuno indietro.

Attenzione anche per il migliore amico dell’uomo con l’istituzione del Canile Sanitario Baricentrico Provinciale

E’ in fase conclusiva la conferenza di servizi con la Meridionale Petroli per la bonifica dell’ex area Sensi. Un percorso che ridarà nuova vita ad una zona degradata ma importante della città. Ma anche gettate le basi per la definizione di strumenti importanti con il PSC, il Piano Spiagge, oltre che l’azione di recupero delle ingenti somme dovute per gli oneri concessori

Oltre venti cantieri sono stati aperti e conclusi per opere di sistemazione idraulica, sotto servizi, rifacimento della pavimentazione stradale, messa in sicurezza degli edifici scolastici. Un esempio su tutti la demolizione del ponte di Via Argentina con la messa in sicurezza di un’area a forte rischio.

E’ stato fatto un lavoro certosino di riordino dei conti dell’Ente attraverso la ricognizione del patrimonio dell’Ente, la modifica del regolamento per i controllo delle società partecipate, azioni di recupero dell’evasione tributaria e il miglioramento della capacità di riscossione, la quantificazione del contenzioso in essere.

Sono stati completati i percorsi amministrativi per la gestione di sedici impianti sportivi della città, ottenuto un finanziamento per la copertura della piscina olimpionica comunale, per il ripristino del Palamilone, settecentomila euro per Italia City Branding, aderito al Distretto dei Cibo

E presentati progetti per il Contratto Istituzionali di Sviluppo per oltre duecentomilioni di euro che riguardano la tutela dell’ambiente e la messa in sicurezza del territorio quali la barriera costa sud per la mitigazione dell’erosione costiera e la difesa del suolo con la sistemazione dei sottobacini; il completamento della messa in sicurezza dei canali 19, 16 e 18, del bacino Lagonetto, di Passovecchio e del Papaniciaro; l’adeguamento della rete idrica e collettamento della rete fognaria, la messa in servizio del serbatoio di S. Giorgio utilissimo in caso di interruzione del servizio idrico.

Abbiamo ridisegnato i rapporti con Eni e dopo aver vinto la prima tappa dei diritti spettanti alla città per l’IMU, continuiamo su questa strada nell’interesse della comunità cittadina a partire dalla bonifica, che dovrà essere una bonifica vera” ha concluso il sindaco.