RTI Calabria

Scrivi e cerca

Savelli. Convegno Nazionale del Gad, una due giorni dedicata alle stelle

Condividi

Promosso dal Gruppo Astronomia Digitale (Gad), si sta tenendo in questi giorni a Savelli il XXV Convegno Nazionale (GAD). Sono previste conferenze, osservazioni astronomiche gratuite e diverse iniziative pubbliche.

L’originale tre giorni, che fino a domenica 10 vedrà protagonista ilPlanetario del centro dell’entroterra crotonese è promossa dal Parco Astronomico cittadino intitolato al celebre astronomo di Cirò Luigi Lilio, inventore del Calendario Gregoriano nel XVI Secolo, dall’Istituto Spezzino Ricerche Astronomiche (Iras di La Spezia) e dall’Unione Astrofili Italiani (Uai).

L’evento è realizzato in collaborazione con il Circolo Astrofili Luigi Lilio e l’associazione Astronomica San Costantino Di Briatico.

Oggi, sabato 9, dalle 9, dopo l’apertura del convegno, il meeting delleSezioni Uai stelle variabili e pianeti extrasolari.

Dalle 10 alle 10.30 si è aperto il XXV Convegno Gad con gli interventi di Claudio Lopresti (Iras-Gad-Uai) sui 25 anni di Gad; Salvo Pluchino (UAI – Gad) su Spider 300a, il primo radiotelescopio professionale ma compatto: vera radioastronomia per tutti; Lorenzo Franco (UAI – Gad) sull’Astronomia digitale: applicazioni in astrometria, fotometria e spettroscopia e Antonino Brosio (Parco Astronomico Lilio) sul Software di automazione ricerca.

Dalle 15, Pluchino tornerà a parlare delle prime esperienze sui transiti di pianeti extrasolari e Lopresti di Pianeti extrasolari: come ottimizzare la ricerca sui transiti. Mauro Graziani (Arar- Gad) si soffermerà su Ans collaboration: storia, risultati, organizzazione e l’imminente versione 2.0.

Dalle 17 Graziani (Arar-Gad) riprenderà il suo intervento parlando di Luigi Lilio, il padre del moderno calendario. Valerio Bocci (INFN – Cern) spiegherà il Dispositivo per la ricerca dei raggi cosmici e Domenico Liguori si soffermerà su Ricerca e scuola: un incontro possibile e necessario.

Alle 20.30 è prevista una cena sociale (alla quale bisogna prenotarsi) alla presenza, per la degustazione dei vini, della sommellier Chiara Colella. In contemporanea, nel piazzale antistante l’osservatorio, si terrà l’osservazione pubblica del cielo, a cura del Circolo Astrofili Luigi Lilio.

Domani, domenica 10, alle 10 Lopresti spiegherà La campagna osservativa internazionale su Pds-110e il contributo italiano dell’uai; Sandra Savaglio (Università della Calabria) si occuperà di Supernove: distruzione e creazione, le due facce delle esplosioni cosmiche; Toni Scarmato (UAI – Gad) parlerà del Nuovo sistema per la misura dei nuclei cometari con immagini ccd; Peppe Caridi (direttore di MeteoWeb) relazionerà sui Fenomeni meteorologici estremi e i mutamenti che influenzano le osservazioni astronomiche;Maria Antonia Tripodi concluderà gli interventi con Il parco Astronomico Lilio: storia e realizzazione.