Una esperienza professionale ma soprattutto umana. La cerimonia di consegna degli attestati ai cinquanta tirocinanti che hanno svolto attività di pubblica utilità presso il Comune

“Non è stato solo un percorso professionale ma soprattutto umano”. L’assessore alle Politiche Sociali Alessia Romano ha aperto con queste parole la cerimonia di consegna degli attestati ai cinquanta...

“Non è stato solo un percorso professionale ma soprattutto umano”.

L’assessore alle Politiche Sociali Alessia Romano ha aperto con queste parole la cerimonia di consegna degli attestati ai cinquanta tirocinanti, già inseriti nel bacino dei percettori di mobilità in deroga, che hanno prestato attività di pubblica utilità presso il Comune di Crotone.

E’ a testimonianza di quanto affermato dall’assessore Romano il clima che si è creato nella Sala Consiliare, dove è avvenuta la cerimonia, dove con i cinquanta lavoratori erano presenti anche le loro famiglie, i bambini ed i colleghi del Comune ad evidenziare il clima di amicizia, oltre che di legame professionale, che si è creato in questi mesi.

Con il sindaco Ugo Pugliese, l’assessore Romano, a salutare e ringraziare i tirocinanti, i consiglieri comunali Giuseppe Pucci e Giovanni Procopio ed i tutor interni Nicola Bresci, Piera De Caria e Aldo Megna. 

Presente l’amministratore Unico di Crotone Sviluppo Gianfranco Turino.

L’amministrazione Pugliese partecipò, lo scorso anno, alla manifestazione di interesse per percorsi di politiche attive, nelle modalità di tirocini, a favore di soggetti inseriti nel bacino dei percettori di mobilità in deroga ottenendo dalla Regione Calabria di essere ammessa alla realizzazione di iniziative progettuali previste dall’avviso pubblico del Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche Sociali.

Successivamente furono selezionati, attraverso bando pubblico, cinquanta unità lavorative che hanno svolto attività presso il Comune di vari ambiti di intervento: quali la manutenzione ordinaria di edifici e strutture di proprietà pubblica, la viabilità, le spiagge e degli arenili, le aree verdi ed attrezzate, i servizi socio assistenziali, i servizi turistico culturali, i servizi di pulizia e di guardiania e di supporto amministrativo.

Il programma, fortemente voluto dall’assessore Alessia Romano, ha avuto una duplice finalità: coinvolgere i percettori di mobilità in deroga in finalità sociali e migliorare i servizi resi ai cittadini. 

“Ma ha anche avuto il senso di restituire dignità a tante persone, espulse dal mondo del lavoro. Nell’ambito della attività dell’assessorato non abbiamo trascurato tutte le possibilità che possono derivare dai finanziamenti pubblici sia per migliorare i servizi a favore della comunità ma anche per sostenere la dignità di tanti soggetti che vivono la realtà della mobilità in deroga” ha detto nel suo intervento l’assessore Alessia Romano.

Lo stesso sindaco Pugliese ha voluto ringraziare le persone “che per mesi hanno fatto parte della famiglia del Comune di Crotone, integrandosi perfettamente nelle dinamiche amministrative, collaborando con il personale, rendendo un servizio utile alla collettività. Nel ringraziarvi, il mio auspicio è di rivederci presto” ha detto il sindaco Pugliese.

Dopo il primo bando, l’amministrazione ha partecipato ad un ulteriore bando Regionale ed ottenuto, e non era scontato, un secondo finanziamento consentendo per altri sei mesi ai tirocinanti la prosecuzione delle attività.

Ma l’impegno dell’amministrazione in materia non si ferma oggi.

Come è stato anticipato nel corso della cerimonia, attraverso la collaborazione tecnica di Crotone Sviluppo, il Comune ha partecipato ad un nuovo bando regionale ottenendo un finanziamento per consentire nelle prossime settimane a sessanta persone, già inserite nel bacino dei percettori di mobilità in deroga, di svolgere attività lavorativa presso il Comune.

“L’ente partecipa a tutti i progetti per i quali ritiene di poter avere i requisiti. La nostra programmazione è mirata in questo senso” ha concluso l’assessore Romano.

News Correlate