Un “gollonzo” di Bonucci condanna gli squali alla sconfitta, Milan – Crotone 1-0

Inizia male il 2018 per i pitagorici che si arrendono al Milan di Gattuso, senza tuttavia demeritato. Agli ordini del signor Maresca di Napoli, scendono in campo due squadre...

Inizia male il 2018 per i pitagorici che si arrendono al Milan di Gattuso, senza tuttavia demeritato.

Agli ordini del signor Maresca di Napoli, scendono in campo due squadre abbastanza speculari anche se con obiettivi diversi: vincere per rinascere, quello dei rossonere, portar via almeno un punto per concentrarsi sul mercato, quello degli squali.

Gattuso però sorprende ed alla fine schiera un netto 4-2-3-1, con Bonaventura dietro Cutrone, Suso e Calhanoglu sugli esterni.

Con questo assetto i rossoneri trovano spazio tra le linee e si rendono subjto pericolosi con un paio di conclusioni del solito Suso.

La prima vera occasione arriva al minuto 25 ed è frutto di un rimpallo che favorisce Calhanoglu, il turco si invola verso Cordaz e calcia in diagonale ma l’estremo difensore respinge di piede.

Più passano i  minuti più il Milan cresce, mentre gli squali non riescono a ripartire.

Al 35° ci prova Kessie con una bella conclusione dal limite, dopo una corta respinta, ma la sfera termina alta.

Ma è negli ultimi 5 minuti che la squadra di Gattuso ha almeno due clamorose occasioni per passare.

Al 40° Cutrone – tutto solo – riceve un cross perfetto di Mandragora ma a due passi da Cordaz manda a lato.

Un minuto dopo ancora Cordaz respinge in corner un tiro da fuori di Biglia, e si supera subito dolo derivando sul palo un tiro di Suso.

Gli squali soffrono nei minuti finali ma vanno a riposo sul risultato di parità.

La ripresa inizia sullo stesso canovaccio tattico ed i rossonere riescono a trovare il gol nella più rocambolesca delle occasioni.

Bonaventura batte il corner numeri 11, sul quale Cordaz esce e respinge con i pugni addosso a Bonucci, che grazie al rimpallo porta avanti i suoi.

Ecco che quindi i padroni di casa si sciolgono e segnano – dopo pochi minuti – la rete del 2-0, se non fosse che Maresca – ottima la sua direzione – decide di affidarsi al Var e di annullare la rete per  fallo di Kessie.

Il gol annullato sveglia gli squali che costruiscono al minuto 64, l’occasione per pareggiare, merito della verve del nuovo entrato Crociata  che serve Trotta a due passi da Donnarumma.

L’attaccante napoletano calcia sul portiere e sulla respinta, ne Budimir ne Crociata, riexcono6a ribadire in rete.

Il Crotone però è presente ed al 70° è Sampirisi ad avere la palla buona per il pareggio su un cross dalla destra di Barberis, ma il suo collo di testa termina alto .

Il Milan prova a giocare di rimessa ma non ha la forza per affondare, mentre il Crotone dalla sua, sfrutta l’inerzia della gara e.

All’85° Simy – subentrato a Budimir – ha sui piedi un’altra occasione ma non riesce a superare Donnarumma che esce e chiude lo specchio.

L’ultima occasione è invece per Rolando Mandragora che – all’ultimo dei 7 minuti di recupero  – sfrutta un calcio piazzato di Kragl e stacca di testa, non trovando però la porta.

Finisce così, con gli squali che – nonostante una buona reazione – tornano a casa senza punti.

News Correlate