Un gesto d’amore: iscrivere il proprio cane all’anagrafe canina

Compiere un gesto d’amore. Così è definita la campagna di sensibilizzazione di identificazione e iscrizione all’anagrafe canina lanciata dall’Azienda Sanitaria Provinciale e condivisa dalla 3° Commissione Consiliare del Comune...

Compiere un gesto d’amore.

Così è definita la campagna di sensibilizzazione di identificazione e iscrizione all’anagrafe canina lanciata dall’Azienda Sanitaria Provinciale e condivisa dalla 3° Commissione Consiliare del Comune di Crotone.

Questo pomeriggio la terza Commissione Consiliare presieduta dal Consigliere Vincenzo De Franco supportata dalla dottoressa Pujia e dal dott. Savoia dell’Azienda Sanitaria Provinciale in sinergia con il direttore del Servizio Veterinario Dipartimento Prevenzione dell’Asp Saverio Ferraro, ha condiviso il percorso di sensibilizzazione che invita la cittadinanza ad iscrivere alla anagrafe canina il proprio “amico” cane.

Un percorso di condivisione sostenuto anche dal consigliere Enrico Pedace

L’applicazione del microchip come spiega la campagna non è solo un obbligo di legge. È un gesto d’amore che preserva una amicizia duratura, oltre a tutelare l’animale e a prevenire il randagismo.

Il microchip è una vera e propria carta di identità che associa il cane al proprietario.

Una carta di identità che è utile anche in caso di smarrimento del cane.

L’invito, nella campagna, è anche quello di segnalare alla polizia municipale eventuali randagi che potranno essere portati per le cure e la custodia presso i canili convenzionati.

Attraverso il microchip si potrà risalire al proprietario o nel caso nei sia sprovvisto gli verrà applicato e potrà essere dato in adozione.

Nella campagna ci sono anche utili consigli per chi viaggia con i propri cani in Italia o all’estero.

Una campagna di sensibilizzazione a tutela del migliore amico dell’uomo.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere agli sportelli del Servizio Veterinario dell’Azienda Sanitaria a Crotone in via Botteghelle, a Cirò Marina, Roccabernarda e Castelsilano.

 

News Correlate