Turismo: funziona l’asse Toronto-Cosenza dopo l’educational tour organizzato dall’Assessore Succurro

Nel maggio scorso un incontro tra alcuni tour operators canadesi e l’Assessore al turismo e marketing territoriale, Rosaria Succurro, aveva gettato le basi per pianificare l’arrivo a Cosenza di...

Nel maggio scorso un incontro tra alcuni tour operators canadesi e l’Assessore al turismo e marketing territoriale, Rosaria Succurro, aveva gettato le basi per pianificare l’arrivo a Cosenza di flussi turistici provenienti dal Canada. E così, ieri, dopo l’educational tour che nei mesi scorsi aveva organizzato a Cosenza il Tour Operator canadese “Volare Group Inc”, è arrivato in città un primo gruppo di turisti canadesi provenienti da Toronto. “Grazie alla crescita dell’attrattività di Cosenza ed all’aumento della sua destination reputation – ha sottolineato l’Assessore Succurro che ha accolto i turisti canadesi al loro arrivo – la nostra città non è solo una tappa di passaggio, ma sta diventando una vera e propria destinazione scelta da un numero sempre crescente di turisti che decidono deliberatamente di trascorrere un periodo di vacanza da noi e nei luoghi a noi vicini”. L’arrivo del primo gruppo di nordamericani, composto da 21 persone, di età compresa tra i 50 e i 60 anni, di cui 16 cittadini canadesi e gli altri cinque italo-canadesi, è stato propiziato, dopo i contatti dei mesi scorsi con l’Assessore Rosaria Succurro, dai tour operators  di “Volare group Inc.”, Ornella Del Campo, Damiano Ferraro e Antonio Ciancio, quest’ultimo braccio operativo del raggruppamento canadese in Italia. Quella di ieri è stata una giornata molto intensa, nel corso della quale i turisti canadesi, accompagnati dall’Assessore Succurro, hanno visitato il centro storico, il Teatro “Rendano” e il Castello Svevo dicendosi entusiasti delle bellezze storico-architettoniche della città. Subito dopo, si sono diretti sull’isola pedonale, dove hanno avuto modo di apprezzare le opere del MAB, concludendo il loro tour con una visita alla mostra multimediale “Van Gogh Alive-The experience”, ospitata nel Museo Multimediale Città di Cosenza di Piazza Bilotti. Qui hanno espresso vivo apprezzamento per l’esperienza immersiva che li ha riconnessi con la figura del grande pittore olandese.  Nei prossimi giorni i canadesi arrivati a Cosenza visiteranno la Sila, l’alto Tirreno cosentino (Diamante e Cittadella) e il Basso Tirreno (Amantea), quindi dedicheranno il resto della loro permanenza in Calabria ad un soggiorno di qualche giorno a Pizzo Calabro. Nella parte conclusiva della permanenza, i canadesi di origine italiana si ricongiungeranno con le loro famiglie di appartenenza, trasformandosi a tutti gli effetti in roots tourists, praticanti del cosìddetto turismo delle origini cui è stata di recente dedicata un’indagine, realizzata dalla professoressa Sonia Ferrari dell’Università della Calabria e dalla dottoressa Tiziana Nicotera, cultore della materia e tutor didattico per marketing del turismo e marketing territoriale alla Facoltà di scienze turistiche dell’ateneo di Arcavacata. A questo primo gruppo di canadesi arrivati in città ne faranno seguito altri, nei prossimi mesi e settimane, “spinti a Cosenza e in Calabria – come ha riferito Ornella Del Campo di “Volare Group Inc” – anche dal clima particolarmente mite che fa sì che lo preferiscano alla Florida che, in passato, era una delle loro mete abituali”. Significativo, infine, che i turisti canadesi abbiano incrociato, durante la loro visita di ieri in città, altri gruppi di turisti tedeschi e polacchi. Segno evidente che il turismo, a Cosenza, va sempre di più assumendo una connotazione internazionale.

News Correlate