Roma onora Mancini, Villirillo: Crotone non ha avuto la stessa sensibilità

Riceviamo e pubblichiamo nota stampa a firma del presidente dell’Associazione Marco Polo di Crotone, Rosario Villirillo sull’intitolazione di una via a Giacomo Mancini, a Roma, inviata al sindaco di Crotone Ugo Pugliese:...

Riceviamo e pubblichiamo nota stampa a firma del presidente dell’Associazione Marco Polo di Crotone, Rosario Villirillo sull’intitolazione di una via a Giacomo Mancini, a Roma, inviata al sindaco di Crotone Ugo Pugliese:

“L’Amministrazione comunale di Roma, guidata dalla sindaca penta-stellata Virginia Raggi, ha inaugurato, nel quartiere Collatino, una via cittadina intitolata alla memoria del calabrese Giacomo Mancini, che è stato combattente per la Liberazione, segretario nazionale del Partito Socialista e più volte ministro della Repubblica. Dispiace constatare che la stessa sensibilità non l’abbia ancora avuta la città di Crotone sebbene il coordinatore dei Riformisti Italiani, Michele Calvo, con lettera a mezzo stampa avesse chiesto, dapprima alla Giunta Vallone (nel gennaio 2015) e successivamente all’attuale Amministrazione (nel febbraio 2017), di individuare ed assegnare uno spazio pubblico della città al ricordo di Giacomo Mancini.

Giova ricordare di fatto che tutte le maggiori opere pubbliche dal cavalcavia, completamento del palazzo di giustizia, acquedotto, sede dell’Inps, ecc.) furono realizzate per la determinazione del compianto sindaco socialista Visconte Frontera e con il costante sostegno del ministro Giacomo Mancini (ospedale civile “San Giovanni di Dio”, porto nuovo, che le finanziò nella consapevolezza che tali opere erano necessarie per dare a Crotone la dimensione di città moderna ed efficiente che aspirava legittimamente all’elevazione di capoluogo di provincia. Inoltre, con la legge n. 167 del 18/4/1962, ispirata e voluta fortemente da Giacomo Mancini allora ministro dei lavori pubblici, fu possibile all’Amministrazione comunale procedere all’acquisizione di aree da destinare alla costruzione di alloggi di edilizia popolare, rispondendo alla sempre più crescente domanda abitativa da parte di larghi strati della popolazione.

L’Amministrazione da Lei guidata non può negare a colui che è stato un riconosciuto statista, un convinto meridionalista nonché uno dei massimi esponenti della sinistra italiana un sito che tenga viva la sua memoria nella nostra città.

Non trova alcuna giustificazione l’indifferenza di quei tanti cittadini ed elettori Crotonesi che in passato hanno militato nel Psi e, avuto, per decenni, come punto di riferimento Giacomo Mancini, riconoscendosi nella sua azione riformatrice socialista.”

News Correlate