Ristrutturazione Palazzo Prefettura, l’ex presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno: nessuna revoca del finanziamento, risorse ottenute grazie alla nostra progettazione

“La ristrutturazione dello stabile di proprietà dell’Amministrazione provinciale, adibito ad uffici della Prefettura, si farà. E lo sappiamo bene perché il finanziamento di 4 milioni di euro è stato...

“La ristrutturazione dello stabile di proprietà dell’Amministrazione provinciale, adibito ad uffici della Prefettura, si farà. E lo sappiamo bene perché il finanziamento di 4 milioni di euro è stato ottenuto grazie alla progettazione elaborata dal settore guidato dal dirigente pro tempore, architetto Pantaleone Narciso, nel corso del quadriennio guidato dal sottoscritto. Il rischio di revoca dei finanziamenti non è mai esistito: le comunicazioni della Regione Calabria, Dipartimento infrastrutture riguardano solo procedure volte ad accelerare i tempi della progettazione esecutiva”. E’ quanto afferma l’ex presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, in merito al finanziamento regionale per la ristrutturazione del prestigioso stabile di proprietà dell’Ente intermedio che ospita la Prefettura. “Il finanziamento in questione, così come quello relativo alla ristrutturazione dell’immobile che ospita il comando provinciale dei vigili del fuoco, per un ammontare di circa sette milioni di euro, è frutto della progettazione elaborata dalla nostra azione amministrativa – ricorda Bruno –. Abbiamo, infatti, lasciato in eredità anche l’affidamento dei lavori di ristrutturazione dei locali di via Cortese, visto che la relativa gara era stata già esperita. Ribadiamo: nessun rischio di perdita dei finanziamenti. Il presidente Abramo avrebbe potuto chiedere al direttore di Ragioneria o al Direttore generale notizie in merito. Nel ricordare che oltre ai due finanziamenti in questione siamo riusciti ad intercettare risorse per 25 milioni di euro destinati alla messa in sicurezza degli edifici scolastici, auguriamo ad Abramo e alla sua amministrazione di poter ottenere in futuro gli stessi risultati positivi nell’interesse della collettività”.

News Correlate