Riesame scarcera ex sindaco Taurianova

Arrestato a dicembre per concorso esterno, annullata ordinanza
Un fermo immagine tratto da un video mostra un momento dell'operazione congiunta di carabinieri, polizia e Guardia di finanza, coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, per l'esecuzione di 48 provvedimenti di custodia cautelare (44 in carcere e 4 ai domiciliari), 12 dicembre 2017. Le accuse, a vario titolo, sono di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento, trasferimento fraudolento di valori, procurata inosservanza di pena e porto illegale di armi, commessi con l'aggravante del ricorso al metodo mafioso, ovvero al fine di agevolare la 'ndrangheta. ANSA/ UFFICIO STAMPA ++HO -NO SALES EDITORIAL USE ONLY++

Il tribunale del riesame di Reggio Calabria ha annullato, per mancanza di gravità indiziaria, l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’ex sindaco di Taurianova Domenico Romeo e ne ha disposto l’immediata scarcerazione. Lo rendono noto i suoi legali, gli avvocati Giuseppe Alvaro e Rocco Iorianni. Romeo era stato arrestato nel dicembre scorso nell’operazione Terramara-Closed contro le cosche Zagari – Fazzalari – Viola con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. In particolare è accusato di avere favorito, nella sua qualità di sindaco dal maggio 2011 fino alla data di scioglimento del Consiglio comunale del luglio 2013, gli interessi di alcune cosche nel settore degli impianti serricoli e fotovoltaici e di avere tentato di costringere il responsabile dell’ufficio tecnico a dire sì al rilascio di concessioni edilizie in favore di società ritenute mafiose. La decisione del riesame è giunta in accoglimento di un ricorso dei difensori di Romeo.

News Correlate