QUESTURA DI CROTONE: ATTIVITA’ DELLA SETTIMANA

SERVIZI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO E PIANO D'AZIONE NAZIONALE E TRASNAZIONALE FOCUS 'NDRANGHETA

Intensa attività di controllo del territorio nel corso della settimana nell’ambito del Piano d’azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta, da parte degli uomimi della Questura di Crotone.

In particolare l’attività ha portato all’arresto di una persona, al deferimento all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà nr. 12 persone, di cui 6 all’Autorità Amministrativa;
– controllate nr. 03 persone sottoposte a misure di sicurezza;
– identificate nr. 2166 persone;
– controllati nr. 387 veicoli (anche con sistema Mercurio);
– effettuati numerosi posti di controllo;
– elevate nr. 13 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;
– effettuati nr. 07 fermi/sequestri amministrativi e/o penali;
– effettuate nr. 21 perquisizioni;
– accompagnate nr. 06 persone in Ufficio per identificazione;
– effettuati nr. 12 controlli amministrativi ed elevate nr. 12 sanzioni amministrative.

Nel pomeriggio del 18 agosto u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà D. G. V., crotonese, classe 1982, perché resosi responsabile del reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere. Nella circostanza il predetto, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di cm. 17,5, opportunamente sequestrato.

Nella mattinata del 18 agosto u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà M. A., crotonese, classe 1976, perché resosi responsabile del reato di false attestazioni a Pubblico Ufficiale, nonché per la reiterazione del rato di guida senza patente, perché revocata.

Nella serata del 20 agosto u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà M. A., ghanese, classe 1988, perché resosi responsabile del reato di incendio.

In data 20 agosto 2019, personale della Questura di Crotone – Divisione P.A.S.I. – Squadra di Polizia Amministrativa, unitamente a personale dell’U.P.G.S.P. e del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, ha effettuato controlli amministrativi in Rocca di Neto (KR), presso alcune attività commerciali, all’esito dei quali ha conseguito i seguenti risultati:

presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande di quella via Aldo Moro, dopo aver proceduto al controllo circa il possesso delle autorizzazioni amministrative, si riscontrava la mancata esposizione del cartello indicante l’orario di esercizio dell’attività e, pertanto, si procedeva ad elevare sanzione amministrativa per un importo pari a € 308,00 in misura ridotta. Si constatava, inoltre, la mancata attuazione del manuale di autocontrollo H.A.C.C.P. previsto ai sensi del Reg. CE n. 852/04, per cui si procederà a relativa segnalazione al competente servizio S.I.A.N. dell’A.S.P. di Crotone;

presso un’attività di pasticceria, gelateria e somministrazione di alimenti e bevande, si identificavano n. 3 dipendenti dei quali n. 1 risultava essere non regolarmente assunta (in nero). In merito si procederà a relativa segnalazione al competente Ispettorato Territoriale del Lavoro di Crotone. Al termine della successiva verifica circa il possesso delle autorizzazioni amministrative, si invitava il titolare a portarsi presso questi uffici il giorno 26.08.2019 al fine di portare in visione ulteriore documentazione non esibita al momento del controllo;

presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande, si identificavano n. 2 dipendenti per i quali si invitata il titolare a portarsi il 22.08.2019 presso questi uffici al fine di portare in visione relativi contratti di assunzione oltre ad ulteriore documentazione non esibita al momento del controllo. Si procedeva, inoltre, ad elevare contestazioni amministrative inerenti la mancata esposizione del cartello indicante l’orario di esercizio dell’attività, per un importo pari a € 308,00 in misura ridotta, abusiva occupazione del suolo pubblico a mezzo di una pedana in legno, per un importo pari a € 173,00 in misura ridotta, mancata esposizione del listino prezzi, comprese l’elenco bevande alcoliche, per un importo pari a € 308,00 in misura ridotta.
Si constatava, inoltre, la mancata attuazione del manuale di autocontrollo H.A.C.C.P. previsto ai sensi del Reg. CE n. 852/04 e, in merito, si procederà a relativa segnalazione al competente servizio S.I.A.N. dell’A.S.P. di Crotone;

presso un’attività di pasticceria e di somministrazione di alimenti e bevande, al termine del controllo inerente la verifica circa il regolare possesso delle autorizzazioni amministrative, non si riscontravano irregolarità;

presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande e rivendita di prodotti di genere alimentare, al termine del controllo inerente la verifica circa il regolare possesso delle autorizzazioni amministrative, non si riscontravano irregolarità.

Nella serata del 21 agosto 2019, all’esito di un controllo in via Acquabona, personale dell’U.P.G.S.P. ha deferito all’A.G., C. F., nato a Napoli, classe 1974, per il reato di “produzione, traffico e detenzione di sostanza stupefacente” (trovato in possesso di grammi 7 di marijuana e grammi 0.6 di cocaina) e P. S., nato a Napoli, classe 1970, per il reato “di porto di armi od oggetti atti ad offendere” (occultava in auto un coltello con lama da 7 cm ed un cacciavite).

Nella nottata del 22 agosto u.s., personale dell’U.P.G.S.P. ha segnalato al Sig. Prefetto, O. P., crotonese, classe 2003, poiché assuntore di sostanza stupefacente in quanto trovato in possesso di grammi 20,7 di sostanza stupefacente tipo marijuana.

Nella serata del 21 agosto 2019, personale della Squadra Mobile ha segnalato al Signor Prefetto, G. G., classe 1975, poiché a seguito di perquisizione personale veniva trovato in possesso di un peanetto di hashish del peso netto di gr. 1,4. Al predetto veniva altresì contestata la violazione ai sensi dell’art. 180 commi 1 e 7 del c.d.s., poiché sprovvisto di patente di guida all’atto del controllo su strada.

Nella giornata del 21 agosto 2019, personale della Divisione P.A.S.I. unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, della Capitaneria di Porto e del S.I.A.N. dell’A.S.P. di Crotone, ha effettuato controlli amministrativi in località Isola Capo Rizzuto (KR), presso alcune attività commerciali, all’esito dei quali ha conseguito i seguenti risultati:

presso una struttura ricettiva e di somministrazione di alimenti e bevande sono stati identificati complessivamente n. 21 dipendenti. Al termine del controllo personale sanitario del S.I.A.N., procedeva ad impartire la chiusura di un locale sito al piano seminterrato adibito a magazzino, per mancanza dei minimi requisiti di carattere igienico – sanitario.

Presso una panetteria, al termine del controllo si invitata il titolare a recarsi presso questi uffici al fine di portare in visione segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.), non esibita al momento del controllo, e per elevare contestazioni amministrative inerenti la mancata esposizione del cartello indicante l’orario di esercizio dell’attività e mancata esposizione del listino prezzi, ognuna per un importo pari ad euro 1.032,00 in misura ridotta.

Nel pomeriggio del 22 agosto 2019, personale dell’U.P.G.S.P. ha segnalato al Signor. Prefetto, S. F., Pakistano, classe 1992, in quanto assuntore di sostanza stupefacente. All’esito di un controllo lo stesso veniva trovato in possesso di 0,3 grammi di sostanza stupefacente tipo marijuana.

Nella giornata del 22 agosto 2019, personale della Divisione P.A.S.I., unitamente a personale della Squadra Mobile e del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, ha effettuato controlli amministrativi in località Verzino (KR) e Crotone, presso alcune attività commerciali, all’esito dei quali ha conseguito i seguenti risultati:

 presso un’attività di rivendita di generi di Monopolio, alimentari e di somministrazione di alimenti e bevande, al termine del controllo si riscontrava la mancanza di S.C.I.A. In merito si invitava la titolare presso questi uffici il 23.08.2019 per la relativa contestazione amministrativa per un importo pari a 5.000,00 euro in misura ridotta, oltre ad esibire autorizzazione alla vendita di prodotti di genere alimentare non prodotta al momento del controllo.
 presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande, sono stati identificati n. 4 dipendenti, che dal successivo controllo risultavano non essere regolarmente assunti (in nero). In merito si è proceduto a relativa segnalazione al competente Ispettorato Territoriale del Lavoro di Crotone. Al termine della successiva verifica circa il possesso delle autorizzazioni amministrative, si invitava il titolare a portarsi presso questi uffici al fine di portare in visione chiusura positiva della pratica inerente il rilascio di autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande e per elevare contestazioni amministrative inerenti la mancata esposizione del cartello indicante l’orario di esercizio dell’attività per un importo pari ad euro 308,00 in misura ridotta;
 presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande, al termine delle verifiche circa il possesso delle autorizzazioni amministrative, si invitava il titolare a portarsi presso questi uffici al fine di elevare contestazione amministrativa inerente la mancata esposizione del cartello indicante l’orario di esercizio dell’attività per un importo pari ad euro 308,00 in misura ridotta. In prosecuzione del controllo, congiuntamente a personale del Servizio Veterinario di Crotone, si procedeva al sequestro di kg. 4,140 circa di kebab di tacchino e pollo, in quanto prodotto privo di tracciabilità;
 presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande e lido balneare, sono stati identificati all’ingresso del locale n. 2 soggetti intenti ad espletare attività tipica di addetto al controllo di attività di intrattenimento e di pubblico spettacolo, i quali venivano invitati presso questi uffici al fine di verificarne l’effettiva iscrizione sul prescritto elenco prefettizio. In merito si procederà inoltre a sanzionare, il titolare dell’esercizio in argomento, in quanto risultava omessa la comunicazione preventiva per l’impiego di addetti ai servizi di controllo, per un importo pari ad euro 1.666,66 in misura ridotta. In prosecuzione delle attività si accertava che alle ore 02,30, presso il locale in argomento era ancora in corso di svolgimento una serata di intrattenimento musicale mediante l’utilizzo di consolle e casse acustiche, con la presenza di numerosi avventori e si procedeva pertanto a deferire alla competente Autorità giudiziaria il conduttore dell’attività M. V., crotonese, classe 1971, perché resosi responsabile dell’inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. Inoltre si riscontrava la mancata esposizione della tabella ministeriale all’interno, all’entrata e all’uscita dell’esercizio pubblico riproducente i sintomi correlati con l’assunzione di alcool, ovvero le quantità delle bevande che determinano il superamento del limite di 0,5 gr/l, e del non adempimento all’obbligo di assicurare la possibilità volontaria della rilevazione del tasso alcolemico mediante apposita macchinetta o dispositivi usa e getta. In merito si è proceduto alle relative contestazioni amministrative ex art. 6 comma 3 d.l.n.117/2007 per un importo totale in misura ridotta pari ad euro 800,00.

Nella nottata del 24 agosto u.s., intorno alle ore 03.15, gli operatori della Squadra Volante impegnati in un normale controllo di Polizia, invitavano il conducente ed il passeggero dell’autovettura Fiat Punto nera a seguirli in Questura per una completa identificazione in quanto il passeggero era sprovvisto di qualsiasi documento.
Giunti presso i nostri Uffici i due soggetti venivano identificati per:
T. D., nato in Germania nel 1994, residente a Cotronei (KR);
C. D., nato a Crotone nel 1990, residente a Cotronei (KR).
All’atto della perquisizione, al C. D. cadeva un involucro contenente sostanza stupefacente tipo cocaina di grammi 1,1 e mentre l’agente si chinava nell’intento di raccogliere l’involucro da terra, veniva colpito sul polso sinistro da un pestone.
Visto l’atteggiamento aggressivo e violento, gli operatori cercavano di ammanettare il reo che invece continuava a scalciare e a dimenarsi, colpendo nuovamente il poliziotto sul mento con una testata.
Tale condotta violenta provocava al Pubblico Ufficiale un trauma contusivo al polso sinistro, refertato dal Pronto Soccorso del locale Nosocomio, guaribile in 7 giorni.
Per tali motivi si traeva in arresto C. D. per i reati di resistenza, violenza e lesioni a P.U..
Il P.M. di turno disponeva la detenzione domiciliare presso la propria residenza sino alla celebrazione del rito direttissimo in programma per la giornata odierna presso il Tribunale di Crotone.
Anche il T. D, veniva trovato in possesso di grammi 0.8 di sostanza stupefacente di tipo cocaina pertanto, unitamente al C. D venivano segnalati al Signor prefetto in quanto assuntori di sostanza stupefacente.

News Correlate