Pubblicato sul sito dell’Università “Magna Graecia” il bando per l’assegnazione di quattro borse di studio finanziate dalla Provincia di Catanzaro

È stato pubblicato sul sito  dell’Università “Magna Graecia” al link http://web.unicz.it/it/category/bandi-ateneo il bando per l’assegnazione di quattro borse di studio, per lo svolgimento di un periodo di formazione e...

È stato pubblicato sul sito  dell’Università “Magna Graecia” al link http://web.unicz.it/it/category/bandi-ateneo il bando per l’assegnazione di quattro borse di studio, per lo svolgimento di un periodo di formazione e di ricerca all’estero di 12 mesi. Le borse di studio sono destinate a coloro i quali abbiano conseguito, presso l’Università degli studi Magna Graecia di Catanzaro, il titolo di Dottorato di ricerca e/o Diploma di specializzazione presso una Scuola di specializzazione con sede amministrativa presso l’Università degli studi Magna Graecia di Catanzaro, da non più di 5 anni alla data di scadenza del bando, finanziate dall’Amministrazione provinciale di Catanzaro guidata dal presidente Enzo Bruno.
Le borse di studio saranno ripartire nell’ambito di quattro aree  Scientifiche: Scienze di base, intitolata alla memoria del professor Salvatore Venuta; Medicina, intitolata alla memoria del professor Ugo Bottoni; Chirurgica, intitolata alla memoria del dottor Luigi Grandinetti; Giuridica, Storia, Economica e sociale, intitolata alla Memoria del dottor Federico Bisceglia.
“Nonostante le difficoltà finanziarie, abbiamo voluto investire risorse nelle quattro borse di studio perché crediamo fermamente nell’importanza di rafforzare il rapporto con il mondo dell’Università quale strumento di crescita sociale, culturale ed economica – afferma il presidente Bruno -. Con questa iniziativa, che segue l’accordo siglato nei mesi scorsi con il magnifico rettore De Sarro, vogliamo portare il nostro  sostegno concreto alla formazione d’eccellenza dei nostri ragazzi: sono
loro, che diventeranno professionisti e classe dirigente del futuro, a  rappresentare un patrimonio inestimabile al servizio del territorio su cui le istituzioni hanno il dovere di investire”.

News Correlate