Prociv ARCI Isola C.R. – Progetto LAB31

PROCIV ARCI – Isola di Capo Rizzuto è capofila di un progetto finanziato dalla Commissione europea – Direzione Generale Migration and Home Affairs, responsabile della politica UE su migrazione...

PROCIV ARCI – Isola di Capo Rizzuto è capofila di un progetto finanziato dalla Commissione europea – Direzione Generale Migration and Home Affairs, responsabile della politica UE su migrazione e affari interni, dal titolo “Stimulate the integration of foreign minors through play/Lab31 (SEP-210423352)”, che  affronta una tematica molto importante ed attuale in tema di immigrazione: l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati (MSNA).

La proposta progettuale mira ad rafforzarne la loro partecipazione alla vita culturale e sociale della comunità ospitante attraverso concrete iniziative culturali e ludiche (musica, arte, danza, sport, etc.) che coinvolgano la popolazione locale, rappresentando un modello innovativo per la loro integrazione e partecipazione attiva. Sono previsti 8 progetti pilota denominati  Lab31 che saranno realizzati nei paesi partner.

Nella giornata di lunedì 17, presso la sala del Consiglio del Comune di Isola di Capo Rizzuto, La Prociv ARCI ICR ha convocato un incontro con tutti gli attori locali che si occupano di migranti per la costituzione del Comitato consultivo, organismo previsto nell’ambito delle attività progettuale e finalizzato a supportare le attività e le azioni previste a livello locale in tutte le città dei paesi partner.  Hanno fato la propria disponibilità: Comune di Isola di Capo Rizzuto, Istituto Comprensivo “Gioacchino da fiore”, Associazione “Giovani della Carità”, Polisportiva Club Juventus, Cooperativa Sociale Social Coop, Miser ICR, Parrocchia Assunta o Ad Nives, Croce Rossa Comitato di Crotone, Compagnia Teatrale “Il sorriso”. 

Dopo il workgroup di Le Castella e Murcia – Lorca (SP), le attività prevedono un prossimo incontro con i partner di progetto a Bruxelles il 25 settembre p.v.

Principali obiettivi progettuali: 

  • fornire un modello d’integrazione e partecipazione attiva dei minori stranieri nella comunità ospitante attraverso attività ricreative e culturali che consentono ai bambini stranieri ed ai giovani di non essere discriminati, ai sensi dell’Articolo 31 della Convenzione sui diritti dell’infanzia; 
  • sviluppare la capacità dei minori stranieri a comunicare con la comunità locale per una maggiore integrazione ed interazione;  
  • modificare alcuni atteggiamenti della società civile nei confronti dei minori stranieri;
  • ridurre l’esclusione.

Partner di Progetto:

  • PROCIV ARCI di Isola di Capo Rizzuto (Partner Capofila) – OPU Organization of assistance for refugees, Praga (CZ) – Cazalla Intercultural Association, Lorca Murcia (ES) – Pluralis asbl (Association no profit), Rixensart – Bruxelles (BE) – Rare Studio Performing Arts School, Liverpool (EN) – Alfea Cinematografica, Pisa (IT) – Save the Children Romania, Bucarest (RO) – KISA Migrant and Refugee Center, Nicosa (CY) – CPAS Centres Publics d’Action Sociale, Forest Bruxelles (BE).

News Correlate