PREMIO LILIO AL SINDACO DI MATERA

CIRÒ SEMPRE PIÙ DESTINAZIONE TURISTICA E CULTURALE COMPLIMENTI ASSESSORE REGIONALE CULTURA CORIGLIANO LILIO, PALETTA: DIVENTATO ORMAI PATRIMONIO COMUNE

PREMIO LUIGI LILIO 2019 – IDENTITÀ. TEMPO. INNOVAZIONE. Viste le previsioni meteo, l’evento di oggi SABATO 23 MARZO  si è tenuto alle ORE 18 al teatro FILOTTETE di Località CAPPELLA. La Città del Vino e del Calendario ha conferito il Premio al Primo Cittadino della Città dei Sassi Raffaello DI RUGGIERO. Madrina dell’evento la cirotana Roberta MORISE, volto storico del programma EASY DRIVER dedicato ai motori e alle bellezze paesaggistiche del Belpaese e oggi alla co-conduzione con Giancarlo MAGALLI del format televisivo di intrattenimento, tra i più longevi della tv italiana, I FATTI VOSTRI, in onda tutti i giorni dalle ORE 11 alle ORE 13 su RAI 2. – Anticipato dalla premiazione dei writers e che si concluso con la degustazione dei piatti e dei prodotti dell’identità e della memoria, all’evento hanno partecipato inoltre Pellegrino LIUZZI, l’astrologo di RAI 1 conosciuto da tutti come JUPITER e Vittoriana ABATE, giornalista RAI 1, già inviata di PORTA A PORTA e autrice, tra gli altri, de IL RAGIONEVOLE SOSPETTO, scritto a 4 mani con Cataldo CALABRETTA, altro cirotano volto noto del piccolo schermo, di talk show e salotti televisivi.

Aver investito in questi anni in comunicazione strategica, marketing territoriale e promozione culturale; aver voluto e saputo puntare sulla individuazione dei marcatori identitari distintivi, in primis Luigi LILIO e sul coinvolgimento della Scuola; ed esser riusciti, infine, a cambiare e consolidare la percezione diffusa di Cirò in una destinazione turistica e culturale fruibile per il suo patrimonio identitario 365 giorni l’anno rappresenta un risultato importante del quale va dato atto alle amministrazioni comunali che si sono succedute.

 È quanto ha dichiarato l’assessore regionale alla cultura Maria Francesca CORIGLIANO che ieri (venerdì 22 marzo) è intervenuta al tradizionale appuntamento scientifico e culturale promosso nell’ambito delle diverse iniziative per la 7a GIORNATA REGIONALE DEL CALENDARIO, aperta ufficialmente nella giornata dell’EQUINOZIO DI PRIMAVERA (giovedì 21 marzo) e che si concluderà domani DOMENICA 24 al Teatro FILOTTETE di località CAPPELLA con il musical LA REGOLA DEL TEMPO promosso dall’associazione musicale VIVALDI.

All’incontro, ospitato nella Sala Consiliare del Palazzo di Città, nel Centro Storico, coordinati da Lenin MONTESANTO, responsabile comunicazione strategica dell’ente, insieme alla CORIGLIANO sono intervenuti anche, per gli indirizzi di saluto, il Primo Cittadino FrancescoPALETTA, l’assessore comunale alla cultura Francesco MUSSUTO, Lino TRAINI funzionario archeologo del Ministero dei Beni Artistici e Culturali (MIBAC) ed il Prefetto di Crotone FernandoGUIDA.

MARCATORI IDENTITARI: TRA MITO E SCIENZA, DA FILOTTETE A LILIO. Sul tema si sono alternate le tre diverse relazioni dell’archeologo Guglielmo GENOVESE, docente dell’Università dell’AQUILA (MITO E IDENTITÀ SU FILOTTETE ED ALTRI MODELLI PRECOLONIALI FRA CROTONE E SIBARI), della ricercatrice dell’UNICAL Luciana DE ROSE (ASTRONOMIA E SCIENZA IN MAGNA GRECIA) e del Direttore dell’Archivio Storico di Crotone Giuseppe RENDE (FILOTTETE, TRA MITO E ARCHEOLOGIA, DOCUMENTI DEI SEC. XV-XVI RIGUARDANTI LA FAMIGLIA GIGLIO NELL’AREA CIROTANA).

Prima dell’evento scientifico, la Sala Consiliare ha visto protagonista il mondo della Scuola. Sono stati premiati i vincitori del concorso IL CALENDARIO PERFETTO DI LUIGI LILIO. Sul podio, nell’ordine, sono saliti Giorgia BOLANO dell’istituto comprensivo FILOTTETE di CIRÒ MARINA, Valeria SANTORO del CUTULI di CROTONE si aggiudica il secondo posto, Giovanni AFFLITTO dell’istituto comprensivo di CRUCOLI. Il premio della critica è stato, invece, assegnato a Giuliano LE QUAGLIA, dell’istituto omnicomprensivo LILIO  di CIRÒ.

Se oggi – ha sottolineato PALETTA, ringraziando la Giunta, la Regione Calabria, la rete delle associazioni, il mondo della Scuola – si è giunti ad una così diffusa riconoscibilità del valore di Luigi LILIO, finalmente anche oltre i confini regionali lo si deve allo sforzo determinato, caparbio e molte volte controcorrente delle amministrazioni comunali che in questi anni si sono succedute preservando il valore della continuità su questa sfida. Abbiamo voluto e saputo destinare alla storia ed alla forza complessiva della Riforma del Calendario, legata a doppio filo a Cirò, risorse umane e finanziarie, idee e progetti concreti, contenuti e strumenti di diffusione che hanno di fatto consentito di non far rimanere relegata la figura e la portata di LILIO nel solo ambito della ricerca storica e scientifica. Facendolo uscire fuori e diventare a tutti gli effetti patrimonio comune e prospettiva condivisa di sviluppo turistico, quello appunto della cultura, dell’identità e dei centri storici. In questa settima edizione – ha aggiunto – la Città del Vino e del Calendario ha conquistato una visibilità mediatica nazionale senza precedenti. E su questa strada, con l’obiettivo di continuare ad accrescere con la cultura, con LILIO e con tutti i marcatori identitari del territorio, la capacità attrattiva, emozionale ed esperienziale, di CIRÒ come destinazione turistica e culturale proseguiremo in futuro, con almeno due obiettivi strategici legati alla figura di un personaggio – ha concluso PALETTA – ce resta ancora tutto da scoprire: la Giornata Nazionale del Calendario (con l’approvazione della legge che pende in Parlamento) e, apprendendo dall’esempio di MATERA CAPITALE EUROPEA 2019 DELLA CULTUTA, il riconoscimento da parte dell’UNESCO della riforma liliana del Calendario Giuliano come patrimonio culturale immateriale dell’umanità.

News Correlate