Porto di Vibo, riparte il tour per le Eolie: sollecitato vicepresidente Russo

Lungo la “Costa degli Dei” sono stati riconfermati gli “scali per le Eolie”, per cui dal prossimo 20 giugno e sino al 15 settembre ogni giovedì e domenica, ritorna...

Lungo la “Costa degli Dei” sono stati riconfermati gli “scali per le Eolie”, per cui dal prossimo 20 giugno e sino al 15 settembre ogni giovedì e domenica, ritorna l’orario estivo bisettimanale con cadenza di giovedì e domenica, dei treni navetta.

Il collegamento è stato fortemente voluto dal Comune di Lipari e dagli Operatori turistici eoliani, e disposto al momento sino al 2020 dalla Regione Sicilia-Assessorato alle Infrastrutture e Mobilità nell’esigenza di unire più velocemente Sicilia-Eolie-Calabria,

Per migliorare la funzionalità e l’accoglienza del porto vibonese, si era parlato anche di una possibile sinergia con lo scalo di Lamezia Terme al fine di potenziare al meglio le strutture turistiche locali. Sul tema è stato sollecitato Francesco Russo, attuale vicepresidente delle Giunta Regionale.

“E’ evidente che anche la Politica e le Amministrazioni vibonesi – si legge nella nota – sono invitate a fare in pieno la propria parte, ad essere presenti ed attivi nell’ organizzare al meglio il paese porto-di Vibo Marina da cui dipende buona parte dell’economia della città; nel dare i servizi necessari ai cittadini ma anche ai turisti in arrivo o partenza dal nostro porto (decoro urbano, controllo del territorio, segnaletica, assistenza sanitaria …) ed a quanti intendano sostare magari attratti da un pacchetto di offerte per ristorazione-pernottamento-shopping; nell’adoperarsi per attivare il parcheggio sul porto; acquisire e riqualificare una vasta area industriale dismessa (es. ex Basalti Bitumi) per ogni finalità d’interesse pubblico (sosta, servizi igienici, eventi…); predisporre una piccola tensostruttura al porto per ripararsi dalle intemperie e dei bagni autopulenti; segnalare bene e migliorare il percorso pedonale dal porto alla stazione FS di Vibo Marina (riattivando magari i lavori del nuovo sottopassaggio); dotare la stazione ferroviaria di una biglietteria automatica e prevedere l’apertura dei bagni; sollecitare Regione o Provincia a costruire finalmente gli Uffici Apt per l’informazione-accoglienza Apt da tempo progettati e finanziati nel 2010 vicino al porto, “una piccola stazione marittima” di sicuro necessaria ed utile a tutti”.

News Correlate