Non riesce l’impresa agli squali, alloo Stadium è 3-0 per la Juventus che si aggiudica il sesto scudetto consecutivo

È una Juventus iper offensiva e determinata a chiudere il discorso scudetto quella che si trova ad affrontare la squadra di misger Nicola giunta ad un passo dall’impresa. Ci...

È una Juventus iper offensiva e determinata a chiudere il discorso scudetto quella che si trova ad affrontare la squadra di misger Nicola giunta ad un passo dall’impresa.

Ci si aspetta un approccio aggressivo dei bianconeri vista anche la presenza contemporanea dei quattro tenori davanti edi Dani Alves come terzino.

Ed in effetti è così i bianconeri partono subito forte provando a schiacciare i rossoblù ed al 13° trovano la rete del vantaggio grazie a Mandzukic che deposita in rete un assist al bacio di Cuadrado.

La partita quindi è subito in salita per gli squali che si trovano a dover provare a reagire anche se a dire il vero sono i padroni di casa a sfiorare il raddoppio con Higuain in un paio di circostanze.

Raddoppio che la Juventus trova solo al 39° con una perla di Dybala su punizione.

Solo nel primo dei due minuti di recupero il Crotone prova a farsi vivo dalle parti di Buffon sfiorando il gol del 2-1 ma la conclusione di Falcinelli viene deviata in corner.

Finisce così la prima parte di gara con la Juventus meritatamente in vantaggio.

La ripresa inizia sulla stessa falsariga dei primi 45 minuti e la Juventus va vicino alla terze rete prima con Mandzukic al 49° e poi con Dybala al 53° il quale però calcia alto.

Al minuto 63 bella azione del Crotone organizzata da Rohden che taglia il campo in orizzontale servendo Nalini il quale crossa di prima intenzione ma il suo cross non trova maglie amiche.

Dopodiché ancora Juventus: al minuto 75 l’occasione più ghiotta con Pjanic che da due passi non sfrutta a dovere un grande assist di Higuain e manda alto.

Ma la squadra di Allegri e tutto lo Stadium possono iniziare a far festa: esultando prima per il terzo gol arrivato con un colpo di testa di Alex Sandro e poi oer il sesto scudetto consecutivo.

Gli squali accettano la sconfitta come era prevedibile ma rimangono ancora in corsa grazie alla vittoria dell’Atalanta sul campo dell’Empoli.

Ancira 90 minuti, gli ultimi per decidere se sarà inferno o paradiso.

News Correlate