Nel 2017 Italia resta penultima in Ue per trentenni laureati

Arrivati al 26,9% contro una media Ue del 39,9%
Un momento del concorso di ammissione al primo anno dei corsi di laurea in Medicina e chirurgia e in Odontoiatria e protesi dentaria dellAteneo del Sacro Cuore alla Fiera di Roma, Roma, 30 marzo 2017. ANSA/ANGELO CARCONI

Anche nel 2017 l’Italia è rimasta il fanalino di coda dell’Unione europea per i trentenni laureati: solo il 26,9% della popolazione con un’età compresa tra i 30 e i 34 anni è infatti risultato essere in possesso di un diploma di laurea. L’unico Paese ad aver fatto registrate un dato peggiore è la Romania, dove il tasso dei trentenni laureati si è fermato al 26,3%. I dati sono stati diffusi oggi da Eurostat. Nell’Ue, in media, i laureati sono arrivati ad essere il 39,9% raggiungendo così con tre anni di anticipo l’obiettivo (40%) fissato nell’ambito della strategia ‘Europa 2020’.

 

News Correlate