Nel 2017 2.200 segnalazioni di prodotti pericolosi al sistema Ue

Soprattutto giocattoli e sostanze chimiche. Beuc, 'punta dell'iceberg'
Vĕra Jourova, Member of the EC in charge of Justice, Consumers and Gender Equality gives a press conference on the Consumers Product Safety Network (RAPEX)

I giocattoli, in particolare i fidget spinner di gran voga l’anno scorso tra i più piccoli, rappresentano la categoria di prodotti con il maggior numero di segnalazioni tra le 2.201 inviate nel 2017 al sistema europeo di allerta rapida sui prodotti pericolosi non alimentari. E’ quanto emerge dal rapporto annuale sul sistema, presentato oggi dalla commissaria Ue per la tutela dei consumatori Vera Jourova. Oltre ai giocattoli (29% delle segnalazioni), in cima alla lista dei prodotti pericolosi rilevati e rimossi dai mercati ci sono i veicoli a motore (20%). Per quanto riguarda l’Italia, i giocattoli (30%) sono superati da segnalazioni sulle sostanze chimiche (40%).

Le oltre 2.000 segnalazioni di prodotti pericolosi inviate al sistema europeo di allerta rapida sono “solo la punta dell’iceberg” e i paesi membri dovrebbero “aumentare i controlli”. Così l’organizzazione europea dei consumatori Beuc commenta in una nota i risultati del rapporto 2017 del sistema europeo di allerta rapida sui prodotti pericolosi non alimentari. “Gli Stati membri – dichiara la direttrice dell’associazione Monique Goyens – devono aumentare urgentemente il numero di controlli e l’importo delle multe per tutte le categorie di prodotti di consumo, dai cosmetici ai fitness watch fino ai bollitori”.

News Correlate