Napoli-Crotone, Zenga:”Andremo a battagliare”.

Nell’ultima conferenza stampa pre-gara della stagione mister Zenga ha voluto al suo fianco il vice Benny Carbone, sostenendo quanto sia stato importante l’apporto dell’ex attaccante nella crescita di alcuni...

Nell’ultima conferenza stampa pre-gara della stagione mister Zenga ha voluto al suo fianco il vice Benny Carbone, sostenendo quanto sia stato importante l’apporto dell’ex attaccante nella crescita di alcuni giocatori:” Benny ha svolto un lavoro eccezionale con i vari interpreti del nostro assetto offensivo, se ora gente come Simy, Trotta e Budimir hanno dimostrato di poter giocare in Serie A il merito è anche suo”.

Sulla gara di domani col Napoli Zenga sembra avere le idee chiare:”Ci aspetta una partita contro un avversario che ha quasi vinto lo scudetto, Maurizio (Sarri ndr) ha dato una forte impronta offensiva alla sua squadra e dovremo fare una grande prestazione soprattutto sotto il punto di vista della qualità tecnica. Loro verranno a prenderci alti – continua – perchè il loro modo di difendere meglio è attaccare in maniera aggressiva imponendo un pressing molto aggressivo, noi dovremo essere bravi a essere lucidi e rimanere in partita per quanto possibile.”

Per quanto riguarda le partite delle rivali apparentemente avvantaggiate da avversari piu’ alla portata o con minori stimoli Zenga risponde:”Credo che sono tutti professionisti e se la giocheranno fino alla fine. Proprio ieri in Serie B abbiamo visto che nel calcio non c’è nulla di scontato e le partite vanno giocate fino all’ultimo secondo. Se poi dovessimo essere noi a retrocedere saremmo i primi a fare i complimenti agli altri.”

Zenga sottolinea inoltre che la squadra è concentrata e sta dando tutto per rimanere nella massima serie:”Siamo prontissimi a battagliare nuovamente così come abbiamo fatto con altri grandi avversari come Juve, Inter e Lazio. I ragazzi sono concentrati e stanno dando il massimo per centrare questo grande obiettivo, da quando sono arrivato io abbiamo fatto 23 punti con una proiezione intorno ai 40 punti, era praticamente impossibile fare di più”.

L’ex portiere di Inter e Sampdoria dichiara inoltre di non avere nessun rimpianto di quanto fatto in questi mesi e sottolinea il rapporto d’affetto instaurato con l’ambiente rossoblu:”E’ chiaro che magari la notte pensi chissà cosa sarebbe successo se avessi fatto un cambio di un giocatore rispetto ad un altro ma sono discorsi facili a posteriori, il difficile era decidere in quel momento. In questo periodo a Crotone sono entrato in simbiosi sia con la società che con la città, ho percepito che la gente si sia appassionata a questa squadra venendo in massa allo stadio e mostrandoci un forte attaccamento nei nostri confronti, ho ricevuto moltissimi messaggi di affetto e di ringraziamento, di questo posso esserne solo che contento.” Gli fa eco Benny Carbone:”Pensavo di trovare un ambiente come Catanzaro ma qui invece sono rimasto piacevolmente sorpreso, si respira aria di famiglia ed ognuno svolge il proprio lavoro mettendoci nelle condizioni di poter fare le cose al meglio. E’ una piazza che merita di rimanere in Serie A.”

 

News Correlate