Mida Achei Crotone – Black Tide Catanzaro 35 – 28

E’ andato in scena domenica l’ennesimo derby Calabrese ma questa volta con in palio qualcosa di più corposo: la prosecuzione nel cammino dei play-off per il titolo Italiano. Diciamo...

E’ andato in scena domenica l’ennesimo derby Calabrese ma questa volta con in palio qualcosa di più corposo: la prosecuzione nel cammino dei play-off per il titolo Italiano.

Diciamo subito che ad aggiudicarsi la posta sono stati gli Achei Crotone che hanno avuto ragione degli avversari dopo un incontro tirato e spettacolare con le due squadre che vanno a segno una dopo l’altro senza mai che una delle due riuscisse ad incrementare il vantaggio di più di una segnatura.

Vanno per primi a segno gli Achei con Lumastro che riceve un bel pass da Herman Falbo  e si invola in TD , 7 a 0 con il pat di Milano.

Ad inizio del secondo quarto recuperano i Black Tide è Megna che sigla il 7 a 7.

E di lì a breve è di nuovo Megna ad imbeccare il proprio wr Mosca per il 14 a 7.

Ma gli Achei non ci stanno e in solo due azioni è di nuovo Lumastro che si fa tutto il campo e riporta in parità il risultato.

Prima dell’intervallo c’è tempo per la reazione del team catanzarese che raggiunge la linea delle 5 yards Crotonese ma viene ben bloccato dalla difesa Crotonese che lo ricaccia indietro e difende il risultato di parità grazie ad un intercetto di De Gennaro in end zone sul quarto tentativo avversario.

Alla ripresa vanno subito a segno gli Achei che allungano grazie alla conclusione personale di Herman Falbo 21 a 14 con il pat dell’infallibile Milano.

Ma di nuovo Mosca, grazie a più di una disattenzione del bckfield difensivo Crotonese, riporta sotto gli avversari che si fermano però sul 21 a 20 a causa della mancata traformazione.

Allungano di nuovo gli Achei con Falbo ed è 27 a 20 in quanto la discutibile qb sneak per la trasformazione da 2 viene bloccata dagli avversari.

Errore questo che avrebbe potuto costare caro agli Achei perché di lì a poco i Black Tide vanno di nuovo a segno e stavolta trasformano da 2 passando per la prima volta in vantaggio in questa partita, 28 a 27,nel momento più pericoloso per la squadra di casa.

Mancano infatti solo poco più di 2 minuti al termine dell’incontro e gli Achei devono farsi tutto il campo per recuperare lo svantaggio di 1 punto.

Ma, niente paura, lo faranno in maniera fulminante come più volte ci hanno fatto vedere in questo campionato in 3 azioni macinano tutto il campo di gioco e vanno segno con Falbo che imbecca Milano in end zone per il 33 a 28 a cui non guastano i 2 punti di Antony Brugnano che fissa il punteggio sul 35 a 28.

C’è solo un minuto di tempo per la reazione disperata degli avversari che vengono ben contenuti dalla difesa Crotonese che riconsegna addirittura palla al proprio attacco che si inginocchia un paio di volte prima di alzare il pallone al cielo per la vittoria finale.

Da registrare l’infortunio accorso al qb Marco Megna in una delle ultime azioni del disperato tentativo di reazione di Catanzaro che paga, forse, l’incredibile mole di gioco che inevitabilmente passa dal giocatore più talentuoso dei Black Tide.

Per gli Achei prestazione perfetta di Herman Falbo che ha letteralmente trascinato la propria squadra con il giusto mix di  freddezza e passione e dimostrando di aver ormai acquisito una statura di gioco matura e affidabile.

Francesco Pizzuti, Presidente ad honorem  Achei: “ E’ destino che quest’anno le nostre vittorie debbano essere tutte sofferte. Va bene anche così ma dobbiamo imparare a capitalizzare meglio la gran mole di gioco che sviluppiamo. Forti e generosi i nostri ragazzi che come al solito danno tutto in campo ma bravi anche i Black Tide che hanno confermato la ben conosciuta solidità del loro gioco

Ora lo sguardo dei Mida Achei Crotone è rivolto ai verdi boschi di castagno dei Monti Prenestini dove si recheranno domenica prossima non per ritemprare le stanche membra ma per mettere alla prova quelle dei prossimi avversari: i Minatori Cave.

News Correlate