Manganiello e Perotti fermano il Crotone, 1-0 all’Olimpico

Nicola torna al suo 4-2-2-2,  piazzando Crociata accanto a Budimir ed affidando le corsie laterali a Nalini  e Rohden. Risparmiati Martella e Ajeti che vanno in panchina, ai loro...

Nicola torna al suo 4-2-2-2,  piazzando Crociata accanto a Budimir ed affidando le corsie laterali a Nalini  e Rohden.

Risparmiati Martella e Ajeti che vanno in panchina, ai loro posti ancora Pavlovic e Simic.

Nella Roma due le novità rilevanti, Karsdorp sulla corsia di destra e Gerson in mezzo al campo e poi anche il turco Under in attacco.

Su queste basi inizia il match almeno sulla carta proibitivo per gli squali.

La Roma parte forte ed all’ottavo sfiora il gol con Kolarov con un gran sinistro di esterno che però termina solo vicino all’incrocio dei pali.

Due minuti dopo però, ci pensa il signor Manganiello ad aiutare i giallorossi che si vedono assegnare un rigore alquanto dubbio,  ma che la V.A.R. – intervenuta con il ” silent cechk” conferma.

Dal dischetto Perotti é impeccabile e porta in vantaggio i suoi.

Nei primi venti minuti il ritmo è abbastanza blando con la Roma che fa il minimo indispensabile mentre gli squali provano a riorganizzarsi.

Ed in effetti – fatta eccezione per un colpo di testa di Dzeko – è il Crotone a farsi minacciosi dallae parti di Alisson: Sampirisi dalla destra mette un bel cross sul quale Nalini trova il tempo giusto per impattare con la sfera, ma purtroppo non trova la porta da ottima posizione.

Siamo al 20° ed il Crotone ha creato una buona occasione per pareggiare.

L’occasione infonde coraggio ai rossoblu che provano con più continuità a portarsi in area di rigore avversaria.

Al 37° ci prova Rohden che imbeccato bene da un compagno, rientra sul sinistro calciando però debolmente.

L’ultima occasione del primo tempo è sulla testa di Dzeko che da buona posizione manda di poco fuori alla sinistra di Cordaz.

Si archivia così una prima frazione giocata bene dai pitagorici, puniti da un rigore fin troppo generoso.

La ripresa inizia con lo stesso copione, la Roma che prova a far la partita ma a ritmi molto bassi ed il Crotone prova prima a non prenderle senza tuttavia disdegnare sortite offensive alla ricerca del pareggio.

Ma sonori giallorossi ad andare vicino al raddoppio con una conclusione mancina di Dzeko che va a sbattere proprio all’incrocio dei pali ritornando poi in campo.

Al 56 ° è ancora il bosniaco a cercare la porta ma questa volta Cordaz gli nega la gioia del gol.

Nei minuti successivi succede poco o nulla, fino al 70° quando gli squali reclamano per un interventi in area ai danni di Budimir, che non solo l’arbitro valuta regolare, ma decide di ammonire il croato per simulazione.

Episodio da rivedere, dato che l’intervento di Fazio appare in ritardo e sulla gambe di Budimir.

La Roma dopo il pericolo scampato prova a graffiare con Defrel che calcia di sinistro da buona posizione non centrando però lo specchio della porta.

La squadra di Di Francesco, pur avendo alcune occasioni non riesce a chiuderla ed allora gli squali ci credono.

Al 90° sugli sviluppi di un  corner, Simic ha la palla del pareggio ma clacia debole in bocca ad Alisson che può bloccare.

Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro decreta la fine delle ostilità con il Crotone che torna ancora a casa a mani vuote ma con la consapevolezza di aver comunque disputato una buona prestazione.

News Correlate