Italia in rete che osserva raggi cosmici

In Calabria, fa parte dell'osservatorio internazionale Ergo
L'osservatorio astronomico di Savelli (Crotone) si dota di nuove ed importanti strumentazioni

Parla anche italiano il più grande telescopio del mondo puntato sui raggi cosmici, le particelle cariche di energia che arrivano dallo spazio e che ogni istante bombardano la Terra. Uno dei rilevatori + stato infatti installato in Italia, in Calabria, presso l’Osservatorio del Parco astronomico “Luigi Lilio” di Savelli, nel Crotonese.
Lo strumento fa parte integrante del progetto internazionale Ergo (Energetic Ray Global Observatory) coordinato da Tom Bales del Massachusetts Institute of Technology (Mit) di Boston ed è stato installato in Calabria grazie al rapporto di collaborazione tra Bales e il direttore del parco astronomico di Savelli, Antonino Brosio.
Il rilevatore calabrese, insieme a quelli presenti nel resto del mondo fa parte di una rete mondiale di telescopi per lo studio dei raggi cosmici. E’ possibile vedere tutte le unità e i dati rilevati tra cui quella installata all’indirizzo http://data.ergotelescope.org/map/google_maps

News Correlate