Istat, verso frenata ritmi produttivi

Prosegue la flessione dell'indice anticipatore, spia su futuro
In una foto del 12 dicembre 2012, operai al lavoro nella catena di montaggio della Fiat Panda nello stabilimento di Pomigliano d'Arco a Napoli. Ai 2.146 dipendenti e' stato comunicato che, come regalo di Natale, per i risultati ed i riconoscimenti internazionali ottenuti, la newco Fabbrica Italia gli aggiungera' 500 euro alla busta paga. ANSA / CIRO FUSCO

“Prosegue la flessione dell’indicatore anticipatore suggerendo, per i prossimi mesi, una fase di rallentamento dei ritmi produttivi”. Così l’Istat nell’ultima nota mensile, dando conto dell’indice ‘spia’ sull’andamento economico. Nel primo trimestre 2018, si ricorda, il Pil italiano ha segnato “una leggera decelerazione, caratterizzata dal contributo negativo alla crescita della domanda estera e degli investimenti. Il settore manifatturiero manifesta segnali di rallentamento mentre quello dei servizi rimane più dinamico”.

News Correlate