Indici fiducia Eurozona toccano nuovi massimi a dicembre

Ma in Italia l'Esi, Economic sentiment indicator, resta invariato
FILE - In this Dec. 14, 2010, file photo, Alicia Ortiz shops through the cereal aisle as her daughter Aaliyah Garcia catches a short nap in the shopping cart at a Family Dollar store in Waco, Texas. Up and down supermarket aisles, rows of perfectly placed products reflect calculated deliberations aimed at getting shoppers to spend more. Take cereal, for example. Research published in the Journal of Environment and Behavior found that kids cereals tended to be placed on lower shelves where they are more eye-level with children. Its just one example of the tactics food companies and supermarkets use to sway what people put in their carts. (ANSA/AP Photo/Tony Gutierrez, File) [CopyrightNotice: AP2010]

A dicembre la fiducia di imprese e consumatori sulle prospettive dell’economia dell’Eurozona ha registrato nuovi massimi.

L’Esi (Economic sentiment indicator), che già a novembre 2017 era tornato su livelli che non vedeva dall’ottobre del 2000, è ulteriormente migliorato (più 1,4 punti).

In parallelo, è cresciuto di 0,17 punti anche l’indice Bci (Business climate indicator) arrivato così a quota +1,66, il livello più alto dal 1985. Lo ha reso noto la Commissione Ue. In Italia l’indice Esi a dicembre è però rimasto invariato.

News Correlate