Delitto Caccia: ergastolo per Schirripa

Sentenza Milano per omicidio del procuratore di Torino nel 1983
Rocco Schirripa, arrestato quasi un anno fa come presunto esecutore materiale dell'omicidio del 1983 del procuratore di Torino Bruno Caccia, in aula a Palazzo di Giustizia, Milano, 30 novembre 2016. ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO

Rocco Schirripa è stato condannato all’ergastolo come esecutore materiale dell’omicidio del procuratore di Torino Bruno Caccia, assassinato dalla ‘ndrangheta nel 1983 a Torino. Lo ha deciso la Corte d’Assise di Milano al termine del processo (ripartito ‘da zero’ dopo un vizio formale) a carico del 64enne ex panettiere, arrestato nel dicembre 2015 a oltre 30 anni di distanza dai fatti. Per l’omicidio è stato già condannato in via definitiva come mandante Domenico Belfiore, dell’omonimo clan.

News Correlate