Cotronei, sindaco Belcastro soddisfatto per la sentenza del Consiglio di Stato sui fondi di solidarietà 2015

Il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 2203/2018 ha confermato, che Il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha distribuito fra i Comuni il fondo di...

Il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 2203/2018 ha confermato, che Il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha distribuito fra i Comuni il fondo di solidarietà 2015, è illegittimo perché arrivato fuori tempo massimo,  è  viziato da parametri irragionevoli , penalizzanti per  gli Enti che hanno una maggiore capacità di riscossione.

La sentenza chiude un lungo contenzioso tra il Governo centrale e l’amministrazione comunale di Cotronei, difesa e patrocinata  dal Prof. Avv.to Ettore Jorio.

Il Sindaco , Dott. Nicola Belcastro, esprime soddisfazione per il risultato conseguito, in una materia difficile e poco conosciuta che ha visto un piccolo Comune, qual è Cotronei, confrontarsi con i potenti mezzi dello Stato, ed auspica che l’importante sentenza potrà portare ad una rivisitazione nelle modalità di ripartizione delle risorse statali, in una logica che premi i Comuni virtuosi e non li penalizzi, come invece è accaduto finora. Un plauso  va al Prof. Avv. Ettore Jorio, in quanto ancora una volta si è dimostrato un eccellente esperto, capace di comprendere  le problematiche delle amministrazioni  locali e soprattutto patrocinare le ragioni di queste ultime oltre che con indiscussa ed indubbia professionalità, con passione e lungimiranza.

Fin da subito, è apparso evidente lo squilibrio nelle modalità di ripartizione delle risorse, ma è stato necessario intraprendere un’azione giudiziaria per far valere i diritti, di un Ente, il Comune di Cotronei, che cerca di garantire alla cittadinanza, un buon livello dei servizi, ma che troppo spesso, è penalizzato rispetto ad altri Comuni, similari per dimensioni e popolazione che , logica aberrante, vengono premiati , perché non riscuotono tasse e tributi!

Nei prossimi giorni l’Amministrazione Comunale, concorderà con il proprio legale le azioni da mettere in campo, al fine di far rispettare quanto stabilito dal Consiglio di Stato con la sentenza n. 2203/2018.

News Correlate