Cosenza fino a domenica turisti stranieri, in bici e a piedi, dell’Associazione “Servas porte aperte”

Visiteranno la città, in bici e a piedi, fino a domenica 3 giugno, 25 soci di “Servas porte aperte”, l’associazione internazionale pacifista, presente anche in Calabria da circa vent’anni,...

Visiteranno la città, in bici e a piedi, fino a domenica 3 giugno, 25 soci di “Servas porte aperte”, l’associazione internazionale pacifista, presente anche in Calabria da circa vent’anni, con l’obiettivo di fare incontrare culture e popoli diversi, per contribuire alla costruzione della pace.
Il suo fondatore, Bob Luitweiler, pacifista e obiettore di coscienza, aveva visto lungo quando, nel 1949, fece nascere l’associazione. Chi entra a farne parte, apre le porte di casa ai soci viaggiatori, i quali entrano “di diritto” a far parte della famiglia ospitante, condividendone cultura e tradizioni, cibo e filosofia di vita.
Ed è esattamente quello che hanno voluto i soci servas calabresi, aprendo le porte delle loro case alle 25 persone provenienti da tutta Italia, ma anche dalla Germania, dalla Polonia  e dagli Stati Uniti (esattamente dallo stato della Georgia).
I soci di “Servas porte aperte” sono arrivati a Cosenza dopo aver attraversato in bici, guidati dall’esperto Pier Luigi Pedretti, l’Altopiano silano, la Presila dei Casali, la catena costiera, da Grimaldi al mar Tirreno, e i borghi di Fiumefreddo ed Amantea.
A Cosenza, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione comunale e dell’Assessore al turismo e marketing territoriale Rosaria Succurro, i 25 cicloturisti ed appassionati di trekking urbano, saranno ospitati a bordo del Bus ScopriCosenza per far loro apprezzare le eccellenze artistico- culturali che la città è in grado di offrire, con la sua storia e le sue tradizioni. “L’arrivo in città di turisti provenienti da altri Paesi – ha commentato l’Assessore Succurro – ci fa capire che il nostro territorio  può ambire ad avere un’importanza turistica strategica. Cosenza ha assunto una vocazione turistica che prima non aveva ed il fatto che venga scoperta da un numero sempre maggiore di turisti stranieri significa che l’impegno profuso sinora è stato ben riposto, come il percorso e le azioni strategiche messi in campo non sono stati privi di risultati soddisfacenti”.

News Correlate