COSENZA: Alla Provincia un importante Convegno scientifico sul tumore al Polmone

L’evento si terrà nella Sala Nova del Palazzo del Governo e ospiterà la Lettura Magistrale del Prof. Cesare Gridelli

Venerdì 15 giugno 2018 con inizio alle ore 08:30, nella Sala Nova del Palazzo del Governo in Piazza XV Marzo, la Provincia di Cosenza si pregia di accogliere un importante Convegno scientifico su “Una patologia dai tanti volti: il tumore del Polmone”. L’evento, organizzato da Xenia s.a.s. con sede a Rende, rientra nell’ambito dei Corsi di aggiornamento per la formazione continua in Medicina ed è stato accreditato su AGENAS – Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, ottenendo sette crediti formativi. 

La formazione è rivolta a n. 80 partecipanti delle seguenti categorie: 

FARMACISTA – Farmacia Ospedaliera, Farmacia territoriale; 

TECNICO SANITARIO DI RADIOLOGIA MEDICA; 

MEDICO CHIRURGO – Genetica Medica, Medicina Interna, Oncologia, Radioterapia, Chirurgia Generale, Chirurgia Toracica, Anatomia Patologica, Radiodiagnostica, Medicina Generale (Medici di Famiglia):

INFERMIERE.

Il ricco programma scientifico consta di quattro sessioni, orientate all’acquisizione di competenze tecnico professionali, oltre che di processo e di sistema. La prima sessione ospita la Lettura Magistrale del Prof. Cesare Gridelli – Direttore dell’U.O.  di Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale “S.G. Moscati” e del Dipartimento di Onco-Ematologia della stessa Azienda – dal titolo “Chemioterapia, un trattamento sulla via del tramonto?”.

Si parlerà, in ogni caso, dell’efficacia delle nuove terapie alternative a quelle tradizionali e verranno presentate, altresì, le valutazioni scientifiche, cliniche e organizzative necessarie per la migliore risposta nei confronti del tumore al polmone.

Un appuntamento importante, se si considera che quello del polmone è tra i tumori più difficili da trattare e con un alto indice di mortalità. È una patologia piuttosto diffusa e, nonostante a esserne più colpiti siano i soggetti di sesso maschile (uno su 10) rispetto ai soggetti femmina (una su 37), lo scorso anno si è registrato un calo, a fronte invece di un aumento tra il pubblico femminile.

News Correlate