CONTINUA LO STATO DI AGITAZIONE DEI PUBBLICI ESERCIZI

Nuovo incontro con il neo assessore al Commercio Carlo Cafarotti La Fiepet chiede risposte certe per l'economia e il turismo di Roma
La Fiepet Confesercenti ha incontrato oggi, giovedì 21 giugno, il neo assessore al Commercio Carlo Cafarotti per tentare di aprire un tavolo risolutivo per regole semplici, ma efficaci contro il degrado della città, l’abusivismo, i rifiuti per le strade, la mancata manutenzione di strade e tombini, l’occupazione del suolo pubblico.
L’incontro odierno ha avuto come unica finalità – come ribadito dallo stesso assessore – quello di rivedere la normativa del Catalogo degli arredi.
Claudio Pica (Presidente Fiepet) ha sottolineato come il Catalogo degli arredi debba partire dal decoro della città e non un pretesto da parte degli uffici competenti a negare le autorizzazioni del suolo pubblico.
Fabio Mina (Vicepresidente Fiepet) ha chiesto che entro il mese di luglio gli Esercenti possano avere delle risposte concrete e risolutive, al fine di iniziare la concertazione del regolamento su tutta la materia di occupazione del suolo pubblico e in particolare dei PMO.
Claudio Pica ha inoltre portato a conoscenza l’Assessore Cafarotti sullo stato di agitazione dei pubblici esercizi, che non possono assicurare un futuro certo alla loro attività e al lavoro dei loro dipendenti e collaboratori. Il desiderio comune è quello di rilanciare l’economia di Roma: Ristoranti e Bar sono i punti di forza del turismo della Capitale
La Fiepet si impegna entro 10 giorni a presentare un documento con ulteriori proposte di allargamento del Catalogo degli Arredi.
L’Assessore Carlo Cafarotti non si è espresso sulle tempistiche di risoluzione di queste problematiche. La speranza è che non sia un pretesto per rinviare nuovamente quella risposta che oltre 145 mila persone dei pubblici esercizi, stanno aspettando da oltre due anni.

News Correlate