Boom papà babysitter,raddoppiati congedi

Uhy, passati dal 7% al 15% in 7 anni
epaselect epa05189415 Tim Langan holds his newborn Rose, while filling out a voter card at Atlanta Fire Rescue Station 19 polling precinct, during Super Tuesday US presidential primary voting in Atlanta, Georgia, USA, 01 March 2016. Twelve states are holding primaries or caucus across the United States. EPA/ERIK S. LESSER

Boom in Italia dei “papà babysitter” in congedo parentale per accudire i neonati, dopo la maternità obbligatoria della madre. I padri che hanno beneficiato del permesso sono stati circa 44.400 nel 2015 (ultimo anno disponibile), ormai una coppia ogni sette, contro i 19.586 del 2008.
La quota è salita dal 7% dei genitori nel 2008 al livello record del 15% nel 2015. L’Italia si avvicina così agli standard europei.
È quanto emerge da una ricerca di UHY Italy, network che raggruppa società di consulenza fiscale, revisione e consulenza del lavoro.
In Italia negli ultimi 8 anni fra i lavoratori dipendenti sono stati oltre 240.000 i padri che hanno beneficiato del congedo parentale, contro quasi 2 milioni di donne. Nonostante il calo delle nascite, il numero annuale di permessi è cresciuto nel tempo, passando da 263.000 del 2008 ai quasi 300.000 del 2015.

News Correlate