Banche: Tajani, burocrazia non deve sostituirsi a politica

Riduzione Npl sia equilibrata senza acuire difficoltà istituti
Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani nella sede dell'Abi durante la lectio magistralis, Roma, 6 ottobre 2017. ANSA/GIUSEPPE LAMI

“Il Parlamento europeo non può accettare che siano alcuni burocrati a sostituirsi alle scelte di competenza del Parlamento”. Lo ha detto il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani in merito alle nuove norme sugli Npl delle banche allo studio della Bce alla lectio magistralis nella sede dell’Abi, dove la platea ha accolto le sue parole ‘a braccio’ con un applauso. “Anche la necessaria riduzione degli Npl deve avvenire in modo equilibrato per non acuire le difficoltà delle banche e per non risultare dannose alla crescita delle imprese e dell’economia”, ha detto ancora Tajani. Le nuove disposizioni sugli Npl dovrebbero “tener conto della necessaria flessibilità, del valore delle garanzie, e degli sforzi già in essere delle banche. La burocrazia non deve sostituirsi alla politica”.

News Correlate