ASSOCIAZIONE ONLUS CROTONE NUOVA SS.106 ADESSO RISPONDE A MIGALE

Riceviamo e pubblichiamo

Vogliamo rispondere all’articolo apparso su un quotidiano regionale a firma dell’ex sindaco di Cutro, Migale, il quale, insieme ad altri signori, sostiene che il Presidente della Provincia di Crotone, Ugo Pugliese, si sta impegnando per fare realizzare assieme ai 50 consigli comunali di Crotone e Catanzaro ed ai due consigli provinciali KR e CZ per fare realizzare al più presto la variante al megalotto 6 della E 90 “ Simeri-Marcedusa-Cutro-Crotone”, definendo simile iniziativa “ aria fritta”,senza tenere conto che esiste per il megalotto 9 “ Aeroporto Sant’Anna-Mandatoriccio” già un progetto preliminare risalente, vedi un po’…… al lontano 2005.

Migale parla di non nascondere la verità ai cittadini della provincia di Crotone, perché un progetto che ha già avuto le autorizzazioni necessarie (impatto ambientale, pareri paesaggistici, geomorfologici, idraulici etc.), dovrebbe ora essere buttato alle ortiche, anche dal Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, per una semplice  linea tracciata con il pennarello sulla cartina geografica delle due province calabresi e che ,magari, è paragonabile alla strada del Petilino e quindi verrebbe realizzata in zona franosa.

Ora questa Verità asserita da Migale e da altri signori perché non viene confortata dalla dirigenza nazionale e regionale dell’Anas e dal Ministero alle Infrastrutture, i quali Enti hanno in mano tutte le carte per stabilire se la verità affermata da Migale sia quella vera o è un altro miraggio che l’ex sindaco di Cutro, dopo più lustri di assoluto silenzio :“2005”, ha avuto a causa del caldo di questi giorni?

Infatti, Il Ministero delle Infrastrutture ed Anas hanno inviato, per conoscenza alla Regione Calabria, nello scorso mese di febbraio, quattro tracciati, altro che una linea disegnata con il pennarello….., che dovranno essere sottoposti alla procedura del dibattito pubblico ai sensi del  “Regolamento recante modalità di svolgimento, tipologie e soglie dimensionali delle opere sottoposte a dibattito pubblico” (decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 maggio 2018, n. 76).

Fra questi 4 tracciati c’e’ la variante Bevilacqua (che è la più valida sotto il profilo tecnico/economico/finanziario/ e soprattutto sociale) ed altri due che si dipartono anch’essi dalla località Passovecchio, sotto Cutro, fino al bivio Lenza e poi con una sorta di serpentina scendono sulla ss.106 verso Botricello, dando pienamente ragione alla valida intuizione dell’ingegnere Bevilacqua, mentre il quarto tracciato vorrebbe sovrapporsi, senza alcuna visione di gestione di tutto il territorio,   sull’attuale strada statale 106.

A queste domande sulla ricerca della verità ha già risposto nella intervista rilasciata a RTI il dott. Fabio Pisciunieri, responsabile del centro sicurezza stradale della Provincia di Crotone, tesi che anche noi vogliamo adesso rimarcare ed evidenziare a sostegno di quantoviene affermato dal bravo funzionario della Provincia KR per fugare ogni dubbio sollevato dall’ex sindaco di Cutro.

Non è mai esistito un progetto di autostrada a 4 corsie per il megalotto 9, ma solo la redazione di un progetto preliminare per lo studio di impatto ambientale.

Nel 2016 il Governo ha declassato i megalotti 6 – 8 e 9  da strade extraurbane Principali  di categoria B (a  4 corsie) a strade extraurbane Secondarie di categoria C (a 2 corsie) e quel progetto preliminare risalente al 2005 non esiste più, caro Migale.

Anas dal 2016 con il Nuovo Codice degli Appalti, D.lgs 18 aprile 2016 n.50, art.23 livelli di progettazione per gli appalti, alla vecchia procedura tecnico-amministrativa che prevedeva, per le infrastrutture stradali, la redazione di un progetto preliminare, seguito da un progetto definitivo e poi da un progetto esecutivo a cura della impresa appaltante, ha cambiato il suddetto iter sostituendolo con lo Studio di Fattibilità Tecnico  Economico che prevede, la progettazione in materia di lavori pubblici secondo tre livelli  di successivi approfondimenti tecnici, in progetto di fattibilità tecnica ed economica, progetto definitivo e progetto esecutivo.

ANAS, poi con il contratto di programma 2016-2020 ha eliminato totalmente il megalotto 9 ( aeroportoS.Anna – Mandatoriccio) e lo ha  sostituito finanziando  una semplice stradina di tipo C (a sole  due  corsie) bypassando l’aera industriale di Crotone, i comuni di Torre Melissa, Torretta di Crucoli etc.

Questa è la pura e semplice Verità, non ne esistono altre!!!!!! Siamo pronti a confrontarci con chiunque sostenga il contrario, con  atti, documenti, progetti pubblici di ANAS, avvalendoci nell’eventulae confronto pubblico dei nostri bravi tecnici, ing. Antonio Bevilacqua e dott. Fabio Pisciunieri.

Altri pericoli ci aspettavamo che sollevasse l’ex sindaco Migale in merito alla messa in sicurezza della statale 106 con la realizzazione delle troppe rotatorie ed immissione di autovelox, che da Catanzaro fino a Sibari stanno flagellando gli automobilisti.

Perché non evidenzia il grave pericolo che sta correndo tutta la fascia jonica centro-settentrionale e gran parte della Sila “ versante jonico” con la realizzazione del raccordo Sibari-Firmo, adeguamento della statale 534 come raccordo autostradale ( megalotto 4), raccordo che sposterà tutto il flusso veicolare che scende dall’Adriatico nella provincia di Cosenza, emarginando ancora di più la già martoriata Provincia di Crotone???? Crotonesi aprite gli occhi e le orecchie, aguzzate l’ingegno, la Verità è una sola,  quella che si evince dalla programmazione dell’ANAS e del Ministero delel Infrastrutture!!!!!

News Correlate