Arrivano Farmacie Solidali, farmaci gratis per migranti e bisognosi

Funzioneranno in collaborazione con gli ambulatori di strada

Farmacie solidali in cui saranno dispensati farmaci donati a migranti e persone bisognose. Lo prevede il progetto pilota “Farmacie di strada” lanciato oggi in occasione dell’Assemblea pubblica 2018 di Assogenerici, per contrastare il diffondersi di patologie legate alla povertà o al mancato accesso alle cure.
A proporre l’iniziativa, l’Istituto di Medicina Solidale Onlus (IMES), nato in collaborazione con l’Università e il Policlinico di Roma Tor Vergata che oggi gestisce sei ambulatori in cui 30 volontari medici specialisti, psicologi e infermieri garantiscono 15mila prestazioni mediche l’anno. In due di questi ambulatori, quello di Tor Bella Monaca, quartiere caratterizzato dal più alto indice di povertà nella Capitale, e l’ultimo inaugurato nel 2016 a piazza San Pietro sotto il colonnato del Bernini, sarà sperimentato per 12 mesi un modello pilota di “Farmacie di strada”.
Le farmacie funzioneranno indipendentemente ma in stretta connessione con gli ambulatori di strada: saranno rifornite da Banco Farmaceutico che gestirà la raccolta e la distribuzione dei farmaci donati da cittadini e aziende, tra cui quelle aderenti a Assogenerici. Mentre farmacisti volontari aderenti alla Federazione nazionale degli Ordini dei farmacisti (Fofi) distribuiranno i prodotti, secondo le prescrizioni mediche rilasciate dagli ambulatori solidali. “Abbiamo cura di loro” è lo slogan che battezza il progetto che ha tra gli obiettivi la riduzione dello spreco di farmaci e la riduzione degli accessi impropri al Pronto soccorso. (ANSA).

News Correlate