A fine di ogni anno scolastico cresce intelligenza studenti

Ogni annata corrisponde ad aumento del quoziente intellettivo

Vacanze iniziate, ma l’anno scolastico appena concluso può lasciare un “dono” in più oltre alla promozione o ai meno graditi debiti di studio: un anno di scuola, infatti, equivale ad un salto significativo in termini di quoziente intellettivo (QI) degli studenti; il QI può salire anche di oltre 5 punti rispetto a inizio anno.
Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla rivista Psychological Science, condotta da Stuart Ritchie della University of Edinburgh insieme a Elliot Tucker-Drob della University of Texas a Austin. Lo studio si è basato sull’utilizzo di 42 set di dati raccolti da 28 studi per un totale di 615.812 individui coinvolti.
L’esistenza di un legame tra quoziente intellettivo di un individuo e numero di anni di scolarizzazione è ben nota, osserva Ritchie, ma finora non era stato possibile stabilire la ‘direzione’ di questa associazione; ovvero si è più intelligenti e quindi si studia di più e si raggiungono livelli di istruzione più elevati o, viceversa, è proprio studiando di più che si diventa più intelligenti? La presente ricerca lascia propendere per questa seconda possibilità. Infatti Ritchie e colleghi hanno studiato nel dettaglio i cambiamenti nel quoziente intellettivo degli studenti a inizio e fine anno scolastico e visto che il QI sale da un minimo di 1,197 punti a un massimo di 5,229 punti.
Nel complesso i ricercatori hanno calcolato che a ogni anno di istruzione in più conseguito da una persona corrisponde un aumento medio di 3,394 punti per il suo quoziente intellettivo.
(ANSA).

News Correlate